• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Claudio Forleo | 26.01.2013 13:50 CET

La politica ha fretta di lavarsene le mani. Bersani e il Pd negano che Monte dei Paschi sia a tutti gli effetti una banca sotto il controllo del centrosinistra. Il Professore prova a scaricare le responsabiltà, anche se i Monti bond da 4 miliardi di euro si chiamano così non per caso. E Il centrodestra attacca ma senza affondare, come dimostra l'atteggiamento di Berlusconi.

Seguici su Facebook

Fa sorridere che sia proprio il Presidente del Consiglio a storcere la bocca sulla commistione tra banche e politica. Il maxi-prestito pari al gettito dell'Imu è farina del sacco del suo governo (con l'avallo Pd e Pdl). Il Monte dei Paschi (come altri istituti bancari) ha ricevuto aiuti dalla Banca Centrale Europea grazie anche alla garanzia sulle obbligazioni offerta dall'esecutivo. Garanzia concessa anche perchè due 'uomini di Monti' hanno chiuso gli occhi sulla situazione Mps.

Anna Maria Tarantola, attuale presidente della Rai voluta dal premier, era il numero uno della vigilanza di Bankitalia (altro esempio di scaricabarile) prima di arrivare a viale Mazzini. Il ministro del Tesoro Vittorio Grilli aveva la possibilità di dire qualcosa quando il governo ha concesso i Monti bond, necessari anche perchè la banca non era in grado di rimborsare altri bond, quelli concessi da Tremonti l'anno prima (quasi due miliardi di euro).

A proposito del centrodestra. Il sostegno incondizionato a Mps non è storia recente. Come sottolinea Marco Lillo sul Fatto Quotidiano, Berlusconi ha un legame molto forte con la più antica banca del mondo, che risale ai suoi primi anni da imprenditore e che sono proseguiti fino all'altro ieri, quando dai conti Mps passavano i bonifici destinati a Marcello Dell'Utri alla vigilia della sentenza della Cassazione sulla condanna per concorso esterno in associazione mafiosa del suo braccio destro.

Agli atti di un'inchiesta condotta dalla Procura di Siena ci sono poi le telefonate che il coordinatore nazionale del Pdl Denis Verdini fa all'allora numero uno di Mps Giuseppe Mussari, in cui chiede prestiti per l'amico Riccardo Fusi.

Mario Monti
(Foto: Reuters / )
Gli errori su Mps
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci