Toyota e BMW "sposano" la mobilità sostenibile. Siglato un accordo per le tecnologie Fuel Cell

  • Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 28.01.2013 17:13 CET

 

<span class=Toyota Vice Chairman Uchiyamada shakes hands with Diess, a member of the Board of Management of BMW AG, in Nagoya " width="630" />
Toyota Vice Chairman Uchiyamada shakes hands with Diess, a member of the Board of Management of BMW AG, in Nagoya

 

Seguici su Facebook

 

Toyota e Bmw sposano la mobilità sostenibile. Le due case hanno firmato un accordo vincolante sullo sviluppo congiunto della mobilità sostenibile. La casa tedesca infatti utilizzerà presto sulle proprie vetture la tecnologia Fuel Cell di Toyota; la firma dell'accordo definitivo tra le due case prevede la condivisione dei ritrovati tecnologici di Toyota per l'alimentazione di vetture elettriche tramite l'utilizzo di Celle di combustibile ad idrogeno.

Quindi, dopo l'accordo siglato gli scorsi mesi per la produzione di una vettura sportiva Fuel CellBMW sembra essere fortemente intenzionata ad ampliare l'accordo per poter realizzare altre vetture a idrogeno. Insomma, appare piuttosto chiaro che la casa tedesca vede nella mobilità sostenibile un mercato in forte espansione.

La sinergia nippo-tedesca prevede anche l'utilizzo da parte di BMW di alcuni telai di Toyota e dovrebbe convogliare verso la produzione di un prototipo a idrogeno entro tre anni, per poi lanciare la variante della vettura a Fuel Cell entro il 2020 quando anche la rete di distribuzione di idrogeno sarà più presente sul territorio europeo (come ribadito a più riprese il vero problema dell'idrogeno sono la mancanza di infrastrutture).

Toyota dovrebbe rilasciare a BMW anche il know-how relativo ad alcune soluzioni sviluppate per la conservazione dell'idrogeno negli appositi serbatoi ad alta pressione, necessari per immagazzinare il gas in forma liquida permettendo così di risparmiare spazio utile sulla vettura. Ancora non si conoscono i piani di sviluppo di BMW, probabile però la realizzazione di una vettura del segmento medio.

Recentemente abbiamo parlato della Toyota FCV-R, vettura che dimostra quando sia avanti Toyota nella realizzazione di sistemi a Fuel Cell. La FCV-R è una berlina dal design avveneristico a quattro posti e realizzata come prototipo in attesa della futura variante stradale. La berlina con un pieno di idrogeno immagazzinato nei serbatoi con una pressione di 70 MPa, è capace di percorrere circa 700 km.

In definitiva il progetto congiunto BMW-Toyota prevede: lo sviluppo di un serbatoio per l'idrogeno, di un motore e di una batteria, da completarsi entro il 2020. Come detto, Bmw e Toyota collaboreranno sullo sviluppo di un'infrastruttura per l'idrogeno e per delineare i criteri e gli standard necessari alla diffusione di veicoli con questa tecnologia. Infine Toyota e Bmw stanno per dare il via a una nuova ricerca, con lo scopo di sviluppare una batteria al litio-aria, la cui densità energetica sarà di gran lunga superiore a quella delle attuali batterie agli ioni di litio.

[Fonte: Reuters | Via: Autoblog | GreenCarsReports]

 

LEGGI ANCHE

EZ-EV Car, l'auto elettrica open source pronta in una settimana [VIDEO] 

Auto ibrida ad aria compressa: 2 litri per 100 km. Addio batterie

Toyota FCV-R, l'auto ad idrogeno è il futuro. Ma le infrastrutture? [VIDEO]

Accordo Toyota - BMW
Toyota Vice Chairman Uchiyamada shakes hands with Diess, a member of the Board of Management of BMW AG, in Nagoya
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci