• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di C.F. | 29.01.2013 12:49 CET

Marcello Dell'Utri, appena escluso dalle liste Pdl in vista delle Elezioni 2013, continua a collezionare indagini a carico.

Seguici su Facebook

Dopo quelle per mafia (condanna in primo grado per concorso esterno, imputato nell'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia), ora è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di concorso in peculato relativo alla vicenda della Biblioteca Girolamini di Napoli.

L'istituto è al centro di un'inchiesta che ha visto finire in carcere Massimo Marino De Caro, direttore della Biblioteca, accusato di aver sottratto migliaia di libri antichi e manoscritti di valore. I carabinieri hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip di Napoli. Si parla di 1500 volumi di pregio spariti dalla Girolamini. All'indagine collabora anche l'Interpol, allo scopo di evitare che i libri vengano rivenduti all'estero.

Arresti e perquisizioni sono stati eseguiti a Genova, Napoli, Bologna, Terni e Caserta. A rendere possibile il blitz anche le dichiarazioni di alcuni antiquari che hanno collaborato con gli inquirenti.

Il senatore del Pdl Marcello Dell'Utri
(Foto: Reuters / Alessandro Garofalo)
Il senatore del Pdl Marcello Dell'Utri.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci