• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Jessica Sanson | 29.01.2013 20:32 CET

Google ha inserito ufficialmente online le prime mappe dettagliate della la Corea del Nord che finora, all'interno di Google Maps, era caratterizzata da immensi spazi vuoti: i dati sono stati elaborati e continueranno ad esserlo tramite "Google Map Maker", il servizio utilizzato anche per l'Iraq e l'Afghanistan che consente, tramite immagini satellitari e la partecipazione da parte degli utenti, di poter aggiungere foto di strade e monumenti.

Seguici su Facebook

Questa notizia arriva poche settimane dopo la visita del direttore di Google in Nord Corea, nonostante il giudizio del Presidente Obama che riteneva quest'incontro "sconsiderato", ricordando il lancio del missile a lungo raggio avvenuto pochi mesi fa proprio a Pyongyang.

Ora nella capitale nord-coreana scuole, teatri, edifici di istituzioni pubbliche e politiche e le fermate metropolitane sono visibili così come le statue, alcune ambasciate, la pista di pattinaggio e il famoso Storey Ryungrong Hotel che è in costruzione da oltre 25 anni; da notare anche il sito nucleare di Yongbyong, un'impianto per la separazione del plutonio e la visione esterna del Camp 22, il più grande campo di lavoro posizionato al confine con la Cina, un arsenale e delle postazioni di guardia.

Dettagli sempre maggiori vanno a comporre "il sistema a scacchiera" utilizzato per disegnare le mappe dal più grande motore di ricerca mondiale, anche se rimangono molte parti grigie che dovrebbero corrispondere ad alcuni campi di lavoro, al cui interno, si pensa ci siano ancora circa 200.000 persone. 

Il corrispondente della BBC Mark Gregory ha affermato che "le informazioni delle mappe potranno essere particolarmente utili soprattutto per la Corea del Sud dove gli abitanti hanno ancora conoscenti o le stesse famiglie d'origine residenti nella parte settentrionale: non potranno godere degli stessi benefici gli abitanti nord-coreani poichè solo poche centinaia di persone hanno la possibilità di utilizzare internet".

Google riconosce che ci vorrà ancora tempo per rendere la mappa completa: "Sappiamo che non è perfetta ma una delle cose più interessanti è che il mondo è un luogo in continua evoluzione: proprio per questo, incoraggiamo la popolazione mondiale ad aiutarci ed a migliorare la qualità delle mappe grazie Google Map Maker".

[Fonte:  BBC]

 

 

 

 

 

 

Google
(Foto: Reuters / )
L'insegna di Google sul quartier generale di New York
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci