• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 30.01.2013 11:18 CET

Bus fermi, a Napoli e tutti a piedi. Sembrerebbe una di quelle giornate dedicate all'ambiente e invece tutto è fermo per mancanza di gasolio. Questa è una di quelle notizie che corre su un filo sottile. Da un lato uno scoppierebbe a ridere ma dall'altro si potrebbe e si dovrebbe solo innervosire. Ogni mattina tantissime persone prendono gli autobus per andare a lavorare, per andare a scuola e per molti è l'unico mezzo con il quale possono effettuare questi spostamenti. Migliaia di persone arrivano alle fermate dei bus e i mezzi sono lì, tutti fermi. Non posso partire per mancanza di gasolio e quelli che sono già partiti stanno tornando indietro per non rimanere a piedi anche loro. In molti pensano ad una sceneggiata napoletana ma invece è tutto vero.

reuters
Mezzi pubblici a secco a Napoli. Tutti a piedi

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

La stessa Azienda di Mobilità ieri aveva diramato il messaggio sui social network: "Il 30 gennaio mattina, per mancanza gasolio, il servizio non sarà garantito". "Non siamo più in grado di garantire l'acquisto del carburante", questo è quello che si sentono dire dai responsabili dell'Azienda le migliaia di persone inferocite che chiedono spiegazioni. E in città scoppia il caos.

Il blocco ormai è praticamente totale e i napoletani sono sempre più inferociti contro chi non gli garantisce un servizio che loro pagano, anche profumatamente visti i rincari. Ma l'Azienda si tira da parte e scarica le colpe sulle Istituzioni. "Dei 600 autobus che circolavano fino a pochi anni fa (2009) oggi ne circolano meno di 350 perchè - sottolinea l'Anm - tra tagli governativi e regionali, i contributi che ANM riceve per pagare stipendi, contributi, fare manutenzione di mezzi ed impianti, pagare le assicurazioni, comprare il gasolio etc, si sono ridotti del 40%". Sul proprio sito l'Azienda corre ancora di più ai ripari e spiega che con questi continui tagli "non è più possibile fare le cose che si facevano prima per cui l'Azienda non è nella condizione di assicurare più mezzi, fare manutenzione etc. Non è questione di volontà o capacità, è questione di possibilità".

Arriva ora la notizia, diffusa dall'Azienda, che è in arrivo un primo rifornimento di gasolio nei principali depositi. Questo dovrebbe essere in grado di far riprendere il servizio alla maggior parte dei bus entro mezzogiorno. 

 

bus
(Foto: reuters / )
Mezzi pubblici a secco a Napoli. Tutti a piedi
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci