• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 30.01.2013 13:00 CET

Le elezioni in Lombardia e quelle per il Parlamento si avvicinano. I partiti affilano le armi e alcuni cercano di riaprire porte forse mai chiuse e mandano messaggi ai propri contendenti. È quello che fa Bersani commentando i dati dei sondaggi che vedono ridursi il gap tra la sua coalizione e quella guidata da Berlusconi. Il leader Pd è in Friuli Venezia Giulia per presentare la candidatura alle regionali di Debora Serracchiani. Parlando della Lombardia spera che si faccia di tutto per non riconsegnare la regione al Pdl e alla Lega. Proprio per questo si rivolge a Monti: "Noi abbiamo messo in campo una proposta civica, c'è qualcuno che si chiama Scelta civica, vedi mai che faccia una riflessione. Finché ci si punzecchia è la campagna, poi si ha la sostanza, vince chi arriva primo".

Seguici su Facebook

Sulla possibilità che il centro-destra torni a governare la regione Bersani è molto chiaro: "Non è una banalità guardare in faccia il rischio che Berlusconi e la Lega tengano ancora il comando in Lombardia. E' una cosa seria, una posizione europeista deve fare una riflessione sulla Lombardia. La Lega negli ultimi dieci anni ha ammazzato, ha massacrato le autonomie, che non sono mai state peggio". Alcuni analisti vedono in queste parole del segretario Pd una prova di dialogo che parte dalla Lombardia ma che può arrivare anche a livello nazionale visti gli ultimi sondaggi che darebbero in bilico la vittoria del centro-sinistra al Senato, cosa che non aiuterebbe la governabilità del paese.

Intanto continua il botta e risposta tra il premier uscente Monti e il leader di Sel Vendola. Secondo il Professore, il governatore della Puglia avrebbe un effetto negativo sullo spread nel caso in cui il centro-sinistra andasse al governo e il suo peso politico nella coalizione fosse forte. A stretto giro arriva la risposta di Vendola. Negli studi di Uno Mattina il Governatore pugliese, commentando gli ultimi dati, sottolinea che "il rischio è la palude e l'ingovernabilità. Non è Sel il rischio per la stabilità del governo. Il rischio è che vinca la palude. Vale a dire chi punta a far rientrare in gioco la minoranza del Paese".

 

 

Il leader del PD, Pier Luigi Bersani
(Foto: Reuters / Max Rossi)
Il leader del PD, Pier Luigi Bersani
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci