• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Gianluca Iozzi | 31.01.2013 17:28 CET

L'Agenzia europea dell'ambiente (Eea) punta il dito contro l'Europa , in particolare contro i governi e le grande compagnie, colpevoli di aver sottovaluto consapevolmente alcuni segnali di allarme ambientale per fini economici.

Seguici su Facebook

L'Agenzia nel suo ultimo rapporto mette in evidenza come in determinati campi ci sia stato "un collasso della fiducia non solo nelle istituzioni, ma anche nelle grandi compagnie". In pratica, queste ultime, stando a quanto riportato dallo studio, in alcuni casi non hanno rispettato la  regolamentazione comunitaria, al fine di manipolare la ricerca e pressare i governi soprattutto "per il proprio beneficio finanziario".

Un esempio? Il nucleare e gli Ogm, "troppo pubblicizzati e non necessariamente sicuri". E non sono altrettanto pubblicizzati gli effetti, ad esempio, di cellulari e pesticidi sulla salute umana.

Ma è sul nucleare che il rapporto pone particolare attenzione e sbugiarda i dati diffusi dall'Organizzazione mondiale della sanità. Infatti secondo quest'ultima, l'incidente di Chernobyl ha causato solo 28 vittime e 4mila potenziali casi di cancro. Ma l'Eea non la pensa così, ed evidenzia che l'esplosione delle centrale ucraina porterà nell'arco di 50 anni a 68 mila morti premature.

Per non parlare delle radiazioni che si sono diffuse a causa del disastro della centrale giapponese di Fukushima, che secondo il report, potrebbero aver superato del doppio il limite delle radiazioni consentite dal governo giapponese. Per questo motivo "qualunque sia il punto di vista sui rischi e i benefici dell'energia nucleare - scrive l'Agenzia - la possibilità di incidenti catastrofici deve essere presa in considerazione sia in politica che nei processi di regolamentazione". 

 

 

Nucleare, stop a centrali per evitare referendum
(Foto: Nucleare, stop a centrali per / )
Nucleare, stop a centrali per evitare referendum
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci