• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Arianna Adamo | 05.02.2013 12:35 CET

Facebook lancia una nuova app in grado di rivelare gli spostamenti degli utenti. Se vi collegate in qualsiasi parte del mondo e volete conoscere se ci sono persone di vostra o conoscenza o luoghi interessanti nei paraggi, non dovete far altro che aspettare qualche settimana. L’uscita di questa innovativa app mobile, infatti, arriverà in distribuzione presumibilmente entro la metà del mese di marzo.

Seguici su Facebook

Pensata per monitorare costantemente la posizione dell’utente, tanto durante le attività online quanto durante gli spostamenti senza lo smartphone attivato, la app non è comunque finalizzata al “pedinamento” virtuale, bensì allo sfruttamento della posizione dell’utente con finalità specifiche ed al servizio dell’utente stesso. Una vera e propria “geolocalizzazione”, dunque, che consentirebbe all’utente di rimanere sempre connesso alla propria community ed alle informazioni che vi gravitano all’interno, ottenendo così una esperienza arricchita della propria vita reale grazie agli input provenienti dal social network.

Il team che ha creato il software di localizzazione è guidato da Peter Deng, direttore della produzione di Facebook. Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook ha affermato: "Tutto quello che abbiamo fatto negli ultimi anni era basato sul miglioramento del nostro social network. Adesso quello che abbiamo voluto fare è stato creare nuove applicazioni”.

La profondità di conoscenza dell’utente andrà ben oltre i soli “mi piace”, arrivando ad un livello molto più completo e significativo anche in termini commerciali. In che modo? L’identificazione continua e passiva degli spostamenti dell’utente consentirà non solo di offrire servizi, promozioni o informazioni legate alla posizione dell’utente, ma anche di tracciare gli spostamenti abituali per sfruttare la routine consolidata con proposte ulteriori e servizi ottimizzati su schemi costruiti attorno alla singola persona. Le nostre scelte personali e abitudinarie creeranno come una mappa attraverso la quale il social network potrà suggerire, consigliare, promuovere.

Ma in tutto questo che fine farà la privacy? Facebook è già nell’occhio del ciclone in tutto il mondo per il modo in cui ha forzato e deviato il concetto di privacy e con questa app sarebbe ancora una volta al centro dell’attenzione per il modo in cui raccoglie ed archivia informazioni dalla propria utenza. Sul fronte dell’utenza non ci saranno problemi: offrire servizi aggiuntivi è spesso quanto basta per ottenere il consenso degli utenti. Ma per quanto riguarda la privacy di certo ci saranno obiezioni e polemiche. Attivare questa app significherà fare un passo avanti riguardo la facilità di accesso a servizi e informazioni ma potrebbe rilevarsi anche una sorta di “antenna” invisibile che segue ogni nostro minimo spostamento e conosce ogni nostro desiderio. Parlare di privacy, da questo punto di vista, sarebbe inutile. Ma è altrettanto vero che esistono milioni di utenti che vivono la propria vita sulla bacheca di Facebook, condividendo e postando anche notizie e informazioni personali. Da quest’altro punto di vista, forse, Zuckerberg e compagni hanno solo creato qualcosa già richiesto dagli utenti.

Leggi anche:

F acebook: con Graph Search la privacy è assicurata

il social network Facebook
(Foto: Reuters / )
Nuova app che traccia gli spostamenti degli utenti
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci