• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Dario Saltari | 05.02.2013 13:03 CET

Nemmeno nel 2013 gli italiani vedranno l'ormai celebre "luce in fondo al tunnel" o almeno non sperano più di vederla. È quanto emerge dall'ultima Global Survey di Nielsen, società di analisi di mercato.

Seguici su Facebook

Nielsen, infatti, ha analizzato ben 58 paesi stilando, tra le altre cose, una speciale classifica basata sull'indice di fiducia nelle prospettive economiche ovvero quanto la popolazione spera che l'economia migliorerà in futuro.

Ovviamente l'Italia è, come al solito, tra i fanalini di coda con un indice pari a 39 (la soglia dell'ottimismo è fissata a 100). Peggio di noi fa solo Portogallo, Grecia e Ungheria mentre molto meglio di noi fa persino la Spagna (con un indice di fiducia pari a 46).

Ormai 6 intervistati su 10 non credono che si riuscirà ad uscire dalla recessione durante il 2013 (il 29% degli intervistati ha risposto "non so"). Per far capire bene la celerità del pessimismo degli italiani, basti pensare che a settembre il dato era pari al 55%.

Dalla speciale ricerca condotta dalla Nielsen emerge una popolazione stremata dalla crisi economica con il 67% degli intervistati che ha tagliato le spese per quanto riguarda il vestiario, il 64% ha rinunciato alle uscite al ristorante, il 55% ha eliminato, parzialmente o totalmente, i weekend di relax.

Per il 2013, quindi, il primo pensiero è quello del posto di lavoro per il 12% degli intervistati. Per l'8% sono i debiti e la salute dei figli e per il 7% l'aumento del costo delle bollette. Ben il 41% degli intervistati, tuttavia, tenterà di risparmiare tutto il denaro rimasto una volta coperte tutte le spese.

Come ben sappiamo, tuttavia, l'italiano è anche colui che riesce a trovare sempre una soluzione, anche originale, in situazioni di estrema difficoltà. "La tendenza per il 2013 sarà all'efficienza" dichiara l'amministratore delegato di Nielsen Italia, Roberto Pedretti "i consumatori saranno più attenti che mai al rapporto qualità-prezzo".

Il 24% degli intervistati, quindi, punterà tutto sul cosiddetto carrello low cost, cercando di usare meno i mezzi privati e scovando offerte convenienti per quanto riguarda gas ed elettricità. Per tutto il resto, dai mobili alle vacanze, gli italiani tenderanno a rinviare aspettando che la luce in fondo al tunnel arrivi davvero.

Fonti: Repubblica

Ruba pannolini
(Foto: Reuters / )
Ruba pannolini, i poliziotti pagano la spesa
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci