• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -2

Di V.B. | 05.02.2013 19:48 CET

Di acqua sotto i ponti ne è passata. Ma il dolore, quello resta. E così Cristina, una bambina quando perse i suoi genitori in quel maledetto incidente in cui la vettura guidata da Grillo andò fuori strada, vuole incontrare il leader del M5S. Quando le chiedono perché proprio ora, perché a ridosso delle elezioni, lei afferma di averlo già cercato in passato, ma di non aver ricevuto alcuna risposta.

Seguici su Facebook

Si tratta della figlia dei Gilberi, gli amici di Grillo che nel '81 furono coinvolti e restarono uccisi nell'incidente automobilistico a Limone Piemonte. Tragedia  che costò all'ex comico la condanna per omicidio colposo. "Molte volte mi sono chiesta che cosa proverei ad averlo davanti a me, di persona, per chiedergli di quel giorno".

 Quindi racconta di averlo cercato. "Mi ha richiamato un nipote di Grillo: mi ha spiegato che tutta la sua famiglia aveva sofferto per l'incidente, che non era il momento di ritornare sull'argomento. Ma per me il momento è questo: sono cresciuta, sono mamma, sono pronta per sapere e per parlare".

"Il signor Grillo è una presenza pubblica come mai prima, e come mai prima è forte la mia esigenza di confrontarmi con lui". E dal momento che "con i media che parlano continuamente di lui e del perché non si candida, e ogni tanto fanno anche vaghi riferimenti alla morte dei miei cari - dimenticare è impossibile".

L'intervista integrale su Vanity Fair.

 

 

Beppe Grillo
(Foto: Reuters / )
Beppe Grillo
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -2

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci