• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Alessandro Proietti | 06.02.2013 12:20 CET

Continua ad allungarsi la lista degli "illustri" redenti nel mondo della finanza nell'ambito del caso Libor. Dopo le multe fioccate per l'accertata manipolazione del tasso Libor (ricordiamo, London Interbank Offered Rate) che hanno già visto protagoniste Barclays e Ubs, è ora il turno di RBS.

Seguici su Facebook

La Royal Bank of Scotland pagherà ufficialmente una multa per aver manipolato il tasso interbancario in questione. Nella nota appena pubblicata dalla stessa banca si può leggere che:

"Anche se gli accordi con le autorità britanniche e americane devono ottenere l'approvazione finale, Rbs si prepara a dover pagare multe significative e un certo numero di altre sanzioni''.

La nota poi continua con: "La Royal Bank of Scotland  informera' tempestivamente il mercato sugli sviluppi della vicenda''. 

Le cifre in ballo, anche se ancora lontane da una conferma ufficiale, non sono da sottovalutare: gli analisti hanno, per ora, indentificato la portata della multa in una plausibile forchetta di valori compresa tra un minimo di 465 ed un massimo di 580 milioni di euro.

RBS
(Foto: Flickr // Simon Lesley / )
Royal Bank of Scotland
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci