CAGLIARI-MILAN. La rabbia di CELLINO: “La squadra giocherà solo a ‘Is Arenas’, oppure non scenderà in campo!”

Di Cristian Amadei | 06.02.2013 14:48 CET
Dimensione testo + -

Secondo fonti Ansa del 4 febbraio 2013 la prefettura di Cagliari avrebbe così espresso il proprio parere: "Non esistono le condizioni, legate all'ordine pubblico e alla sicurezza, per la disputa all'Is Arenas di Quartu Sant'Elena della partita Cagliari-Milan". Per tutta risposta il giorno dopo il Cagliari comunica ufficialmente di aver terminato i lavori e chiede un nuovo sopraluogo per avere l'idoneità a giocare la gara. La risposta positiva è legata all'apertura o meno della trasferta ai tifosi rossoneri in quanto non è possibile ancora dividere il settore ospiti dagli altri settori dello stadio. Non essendoci nessun impedimento per i tifosi del Milan si dovrebbe spostare la sede del match per consentir loro di seguire l'incontro.

Seguici su Facebook

E' qui che tuona Cellino, in quanto sarebbe sufficiente non aprire agli ospiti per poter giocare a Quartu, queste le parole del responsabile comunicazioni del Cagliari, Ivan Paone: "Il Cagliari giocherà solamente a Is Arenas. O si gioca a Quartu o il Cagliari non scende in campo. La decisione è stata presa dal presidente Cellino, il quale ieri ha ricevuto una telefonata dall'amministratore delegato del Milan Galliani, il quale gli ha assicurato la disponibilità di giocare a Is Arenas e ad aspettare sino a sabato mattina per avere la conferma che lo stadio di Quartu sarà la sede della partita".

Come spesso accade in campagna elettorale ci si è messa di mezzo anche la politica, nel dettaglio si è inserito nella vicenda il deputato Pdl Mauro Pili, ex Governatore della Regione Sardegna, che ha scritto una interrogazione parlamentare al ministro dell'interno, Annamaria Cancellieri, riguardo la vicenda dell'Is Arenas. Le sue parole sono state: "Invito il Prefetto e le autorità a superare senza ulteriori tensioni la vicenda stadio, perché la Sardegna non può subire anche nello sport un atteggiamento negativo da parte degli organi dello Stato. Non si può un giorno aprire e un giorno chiudere una struttura così rilevante come uno stadio. Questo è inspiegabile e non sostenibile sul piano della razionalità della procedura amministrativa. Se facessero un esame di tutti gli stadi italiani con gli stessi criteri non ne resterebbe aperto uno. Se si dovesse vietare alla squadra della Sardegna di giocare in casa sarebbe una discriminazione che va oltre gli aspetti sportivi. Qui ci sono in ballo altre questioni come l'esigenza di non rendere la burocrazia asfissiante, una giustificazione per non assumersi responsabilità". Insomma facendone di fatto una questione politica anzichè di sicurezza negli stadi.

In conclusione il verdetto del Comitato per l'ordine e la sicurezza, riunito lunedì su richiesta del sindaco di Quartu Contini, è inappellabile, pertanto la Lega Calcio ha chiesto al Cagliari di indicare all'Osservatorio del Viminale restrizioni all'afflusso del pubblico per poter disputare Cagliari-Milan a Is Arenas. L'ipotesi sarebbe quella di chiudere il settore ospiti ma l'Osservatorio potrebbe chiedere a prefetto e questore di restringere l'accesso ai soli abbonati. In qualunque altro caso si rischiano sanzioni da parte dei rossoblù fino ad arrivare, come nel precedente caso contro la Roma, alla vittoria a tavolino per la squadra rossonera. Solo il giorno della gara si scioglierà il mistero.

LEGGI ANCHE:

CALCIOMERCATO. Ecco tutti gli attaccanti che si svincolano a giugno. C'è solo da scegliere! 

CALCIOMERCATO MILAN. A giugno arriva JORGINHO, si lotta con l'INTER per QUINTERO. Via BOJAN 

ITALIA-OLANDA. Dove vederla, presentazione e probabili formazioni 

COPPA D'AFRICA. Promessa una settimana di sesso alla nazionale nigeriana se vince la finale 

Calcio e gossip. La bella FANNY di BALOTELLI lo segue in Italia, nuova fiamma per PUYOL. [FOTO] 

Uno steward su spalti vuoti
( Foto : Reuters / )
Uno steward su spalti vuoti
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

News From Sports

Liverpool - Real Madrid: dove vederla, probabili formazioni, quote e pronostico

Calcio d’inizio alle ore 20.45. Le due squadre fanno parte del Gruppo B insieme a Basilea e Ludogorets. Ancelotti dovrà fare a meno di Bale, fuori per infortunio.

Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci