• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Arianna Adamo | 13.02.2013 13:02 CET

“Noi non abbiamo al parola ‘limite’ nel nostro vocabolario. Quando guardo il mercato degli smartphone, vedo che è destinato a raddoppiare nei prossimi quattro anni”, è quello che ha dichiaratoTim Cook, amministratore delegato di Apple dal 2011, durante l’intervista alla Goldman Sachs Technology and Internet Conference, dove ha risposto alle numerose domande poste dall’analista Bill Shope.

Reuters
Secondo l’Amministratore Delegato il mercato smartphone raddoppierà nel prossimo quadriennio. Ma le azioni Apple non sono così economiche dall’anno 2000.

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

Secondo l’Ad del colosso della “mela” il futuro è tutto in discesa. Ma i numeri non parlano con la stessa lingua di Cook. Il titolo di Apple, infatti, dopo aver perso il 33%, è al livello più basso mai raggiunto in 12 anni. Era dal 2000 che le azioni Apple non risultavano così economiche. Nel 2001 il rally del titolo di Apple lo portò a un incremento del 47%. Apple ha bruciato 200 miliardi di capitalizzazione a Wall Street. In questo scenario poco rassicurante Cook si mostra positivo e fiducioso per il futuro: Apple, dopotutto, domina ancora nel mercato tablet (anche se è scesa dal 51.7% del 2011 al 43.6% nel 2012, dati IDC), vende decine di milioni di iPhone e conta abbastanza cash da distribuire agli azionisti.

Sulla questione liquidità di Apple, Tim Cook afferma che la notevole quantità di denaro nelle casse della società permette di fare grandi investimenti sulla catena di distribuzione, gli Apple Store e le assunzioni aziendali. “Facciamo un discreto numero di acquisizioni, una ogni due mesi” ha detto. “La maggior parte di queste prevede persone di talento che lavorano su progetti più piccoli che assorbiamo e inglobiamo ai nostri progetti più grandi. PA Semi ne è un esempio, un gruppo di persone che lavoravano su PowerPC e che abbiamo assunto perché lavorassero su iOS. Faremo altre acquisizioni come questa”.

Il colosso di Cupertino ha registrato nell’intero anno guadagni netti pari a 41.7 miliardi di dollari, e si prevede una crescita del 7.7% fino al 2015. Il margine lordo è proiettato a rimanere sotto il 40% fino al 2016. A fine serata Tim Cook ha presenziato, non lontano da Michelle Obama, al discorso dell’Unione del Presidente degli Stati Uniti. Secondo indiscrezioni, Apple sta realizzando iWatch, uno smartwatch da polso, flessibile e con Wi-Fi e Bluetooth. Un gadget costoso, simile allo smartwatch di Sony e a Pebble visto al CES.

L’innovazione, dunque, esiste ed è certamente la punta di lancia della Apple. “E' nel DNA della società - sostiene Cook - se si pensa agli elementi essenziali per l'innovazione, si scopre che non c'è nessuna formula. Alcuni degli elementi essenziali sono competenze e leadership. Se si guarda alla capacità, Apple è in una posizione unica grazie alla disponibilità di software, hardware e servizi”.

Non poteva mancare una domanda sul tanto chiacchierato iPhone economico, costruito in plastica o con materiali meno pregiati, con cui sfidare il mercato dei paesi emergenti come la Cina e l’India. “Gli iPhone più economici già ci sono ha risposto Cook “e sono il 4 e il 4S, il cui prezzo è stato ribassato. Se guardiamo i prezzi dell’iPod possiamo notare che all’inizio il prezzo era di 399 dollari. Ora è possibile ottenere un iPod shuffle per 49 dollari. Stiamo cercando di reinventare i nostri prodotti anche per aumentare la fruibilità”.

Cook ha passato sei mesi come Corporate Materials in Compaq prima di essere assunto in Apple da Steve Jobs. Al suo arrivo in Apple gli venne affidato l'incarico di sistemare la divisione che si occupa della distribuzione e della manifattura. “La nostra religione è non fare mai un prodotto scadente. È questo il nostro proposito principale. Sono orgoglioso dei nostri prodotti. Per le cose che abbiamo scelto di fare. Sono incredibilmente rialzista sul futuro”, ha concluso Cook.

LEGGI ANCHE

Jailbreak iOS 6.1.1: aggiornamento evas0n 1.3, download e guida [VIDEO]

Tim Cook
(Foto: Reuters / )
Secondo l’Amministratore Delegato il mercato smartphone raddoppierà nel prossimo quadriennio. Ma le azioni Apple non sono così economiche dall’anno 2000.
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci