• Share
  • OkNotizie
  • +7
  • 0

Di Luca Marra | 13.02.2013 18:51 CET

Ecco tutti i film per il San Valentino al cinema:

DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE Bruce Willis ritorna a vestire i panni di John McClane, il suo ruolo più iconico, il "vero" eroe con le abilità e l'attitudine a rimanere sempre l'ultimo uomo sul campo. Questa volta, il poliziotto che non fa prigionieri si ritrova veramente nel posto sbagliato al momento sbagliato, dopo aver viaggiato fino a Mosca per aiutare suo figlio, Jack. Con la malavita russa alle calcagna, e in corsa contro il tempo per evitare una guerra, i due McClane scopriranno che i loro metodi contrapposti li faranno diventare degli eroi inarrestabili.
Clip video con Bruce Willis

20th Century Fox
Bruce Willis torna nei panni del poliziotto John McClane in Die Hard - Un buon giorno per morire

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

IL PRINCIPE ABUSIVO Prima di diventare Principe abusivo, Antonio De Biase indossa un giubbotto segnaletico: "Ausigliario del traffico" è la sua carica professionale, grammatica a parte. Cerca in tutti i modi di scroccare, caffè, passaggi verso casa, insomma è un esponente dell'arte di arrangiarsi. Un giorno il giovanotto napoletano interpretato da Alessandro Siani, regista all'esordio con questo film, verrà "usato" e ingannato dalla principessa Letizia (Sarah Felberbaum). Su consiglio del ciambellano di corte Anastasio (De Sica) la principessa gli prometterà un falso amore con lo scopo di andare in copertina, di aumentare la sua popolarità e le donazioni per le sue feste di beneficenza. Ma le strategie a tavolino non possono competere contro un uomo innamorato, anche di una donna lontana anni luce per status sociale. 
Recensione; Interviste

BLUE VALENTINE - Sposati da diversi anni, Cindy e Dean attraversano una fase critica del loro matrimonio. Cercando di superare i problemi, proveranno a recuperare quelle emozioni e quella vitalità che li aveva fatti innamorare in un susseguirsi di ricordi tra passato e presente. Con Michelle Williams, Ryan Gosling, Mike Vogel, John Doman. Regia di Derek Cianfrance.

NOI SIAMO INFINITO - Basata su The Perks of Being a Wallflower, il romanzo cult tra i giovani scritto da Stephen Chbosky, Noi Siamo Infinito è una storia sulle difficoltà di essere adolescente e di trovare il proprio posto nel mondo.  Interpretata da Logan Lerman (Percy Jackson e gli Dèi dell'Olimpo), Emma Watson (saga di Harry Potter) ed Ezra Miller (E ora parliamo di Kevin, Another Happy Day). È il 1991 e Charlie  Lerman) è un ragazzo molto intelligente, ma allo stesso tempo timido e insicuro, che osserva il mondo intorno a sé tenendosi in disparte. Un giorno due carismatici ragazzi dell'ultimo anno, la bella Sam (Watson) e il suo impavido fratellastro Patrick ( Miller), lo prendono sotto la loro ala protettrice accompagnandolo verso nuove amicizie, il primo amore, il primo bacio, le prime feste, le rappresentazioni del Rocky Horror Picture Show e la ricerca della colonna sonora perfetta della loro vita. Allo stesso tempo, il suo professore di inglese, il sig. Anderson (Paul Rudd) lo introduce al mondo della letteratura, facendo nascere in lui il sogno di diventare scrittore. Tuttavia, nonostante la felicità raggiunta, il dolore del suo passato, segnato dal recente suicidio del migliore amico Michael e dall'accidentale morte di una sua cara zia, tormenta ancora Charlie. Quando i suoi amici più grandi si preparano a lasciare il liceo per il college, l'equilibrio precario del ragazzo inizia a sgretolarsi, fino a palesare una dolorosa verità.

VIVA LA LIBERTA' - Il segretario del principale partito d'opposizione, Enrico Oliveri (Toni Servillo), è in crisi. I sondaggi per l'imminente competizione elettorale lo danno perdente. Una notte, dopo l'ennesima contestazione, Oliveri si dilegua, lasciando un laconico biglietto. Negli ambienti istituzionali e del partito, fioccano le illazioni, mentre la sua eminenza grigia, Andrea Bottini (Valerio Mastandrea) e la moglie, Anna (Michela Cescon), continuano ad arrovellarsi sul perché della fuga e sulla possibile identità di un eventuale complice.  È Anna a evocare  il fratello gemello del segretario, Giovanni Ernani, un filosofo geniale, segnato dalla depressione bipolare. Andrea decide di incontrarlo e ne resta talmente affascinato da iniziare a vagheggiare un progetto che ha la trama di un pericoloso azzardo. Così, d'improvviso, un bel giorno, il segretario riappare sulla scena: inizia a parlare una lingua diversa, poetica e lucida, che colpisce, sorprende. Le quotazioni del partito riprendono a salire, mentre l'opinione pubblica e le piazze tornano a infiammarsi d'entusiasmo. Nel rapido succedersi di eventi che caratterizza la campagna elettorale, il segretario diventa oggetto di una ammirazione senza precedenti. Ma qualcuno, dal suo nascondiglio segreto, ne segue i movimenti, in attesa...  Tratto dal romanzo Il Trono Vuoto di Roberto Andò, autore che cura anche la regia del film

QUATTRO NOTTI DI UNO STRANIERO - Dopo Penultimo Paesaggio, Fabrizio Ferraro torna a Parigi con Quattro notti di uno straniero, capitolo conclusivo del dittico sul "contatto". Anche qui un uomo e una donna si incontrano nella stessa città: Parigi. I due si inseguono, si sfuggono. Ispirato alle Notti bianche di Dostoevskij, il film si svolge in quattro movimenti. Quattro notti in cui i due incerti amanti si accompagnano e si specchiano in una Parigi illuminata da un biancore abbagliante che fonde notte e giorno. Attori protagonisti: Marco Teti, Caterina Gueli Rojo. Film di altissima sperimentazione fuori da ogni convenzione visiva e narrativa.

VIETATO MORIRE - Quattro storie s'incrociano all'interno della comunità di recupero per la tossicodipendenza di Villa Maraini. Sullo sfondo di una Roma scarna e reale i personaggi affrontano l'insormontabile muro dell'abbandono sociale; gli operatori sociali, spesso ex tossicodipendenti, non possono che vegliare sulle tragedie degli utenti avendo come unica fioca speranza la consapevolezza di alleviare il dolore sulla strada di un remoto e spesso inconquistabile futuro di redenzione. Teo Takahashi, il regista, a soli 24 anni già sa padroneggiare il cinema confezionando un documentari con eco pasoliniana e spessa intensità.

LA MIA MAMMA SUONA IL ROCK - Cristiano e Franco sono una coppia  omosessuale cinqueantennu. L'uno creativo, l'altro romano verace. Cristiano ha un problema che lo angoscia: vorrebbe un figlio! Esasperato dalla situazione, che in Italia non ha vie d'uscita, Franco gli volta le spalle e Cristiano passa mesi di solitudine e depressione. Dopo una notte all'insegna dell'alcol, Cristiano sta per suicidarsi ma viene salvato da Massimo, rocker. Lo sguardo di Cristiano, alla visione di Massimo, si fa sinistro: gli spacca una bottiglia di whisky in testa, lasciandolo senza sensi, e lo rapisce. Il mattino seguente Massimo spalanca gli occhi e si ritrova in un letto legato come un salame: non ha più i piercing è completamente sbarbato e con i capelli tagliati. Cristiano ha deciso: sarà lui suo figlio. Massimo per sfuggire alla stramba prigionia potrà contare solo su Gilda, la sua bella fidanzata rocker. Regia di Massimo Ceccherini anche interprete del film insieme a Alessandro Paci, Cristina Dal Basso, Valeria Marini.

LEGGI ANCHE:

Die Hard - Un buon giorno per morire, il cast e Bruce Willis parlano del film (video)

Il principe abusivo, una favola per l' esordio di Siani regista.Recensione

De Sica chiama Siani a teatro: «facciamo Quasi amici».

"Blue Valentine" arriva in italia con tre anni di ritardo 

 

Die Hard 5
(Foto: 20th Century Fox / )
Bruce Willis torna nei panni del poliziotto John McClane in Die Hard - Un buon giorno per morire
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Rate this Story
  • +7
  • 0
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte

Partecipa alla discussione

IBTimes TV
Follow IBTimes Entertainment