• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • -1

Di Dario Caputo | 16.02.2013 11:25 CET

In tempo di crisi il mercato immobiliare va sempre più giù. Nel 2012 sono calati i prezzi, cosa che potrebbe far gola, ma calano anche le compravendite. I prezzi scendono dell'11,98% e le transazioni dell'11,22%. Questi dati sono tratti dal Report immobiliare urbano Fiaip 2012. La federazione degli agenti immobiliari ha registrato dall'inizio della crisi, nel 2008, una diminuzione del volume degli scambi immobiliari del 40% e un calo dei valori medio del 25%.

Seguici su Facebook

Nei primi sei mesi di quest'anno si continuerà con questa tendenza al ribasso, si potrà vedere un risultato migliore solo nel secondo semestre a patto che ci sia una svolta nelle politiche per la casa. Stando alle previsioni l'anno in corso si chiuderà con gli stessi livelli del 2012. Analizzando il mercato prendendo in esame alcune città campione vediamo che a Milano e a Roma i prezzi sono scesi del 14%, il top si è avuto a Perugia con un -17,13%.

Il Report preso in esame per quanto riguarda la Capitale registra un prezzo tra i 4.500 e i 10 mila euro al metro quadro, in estrema periferia tra i 1.900 e i 3.200. A Taranto il calo è del 2%. Anche in altre città il calo è elevato; Avellino segna un calo dei prezzi del 5,75% mentre Palermo registra un -14,36%. Firenze segna -8%, Venezia- 8,43, Salerno -11,11%, Genova - 12%. Napoli segna un calo del 13%, Bologna del 13,74, Torino del 13,75 e Cagliari del 14%.

Aumenta la domanda per le case in affitto e calano anche i prezzi delle locazioni con un -5,6%. I contratti di locazione, nel 2012, sono aumentati del 3,21%. Interveneno sul tema Paolo Righi, presidente della Federazione agenti immobiliari, ha rilevato che "la locazione viene scelta soprattutto da giovani e famiglie che non sono in condizione di comprare, per metterli in condizione di acquistare si potrebbe tornare a contratti di affitto con riscatto dopo 30 anni".

Analizzando le diverse tipologie di locazioni vediamo che la maggior parte riguarda bilocali (37%) o trilocali (36%), tipologia in forte crescita. Si trovano prevalentemente in zone centrali (32%) o semi centrali (32%) e sono in buono stato di conservazione.  

immobiliare
(Foto: reuters / )
Mercato immobiliare in negativo nel 2012
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci