• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 19.02.2013 18:46 CET

Una settimana fa è stato arrestato, su ordine della Procura di Busto Arsizio, Giuseppe Orsi, Amministratore delegato e Presidente di Finmeccanica. Il giorno dopo quest'arresto Alessandro Pansa viene nominato nuovo Ad. Quest'ultimo dal 2011 è anche Direttore Generale e la sua storia nella holding inizia nel 2001 quando entra come Direttore finanziario.

Seguici su Facebook

Più notizie

Secondo svariate inchieste, con il passaggio dalla gestione Guarguaglini a quella di Orsi nulla è cambiato, l'unica cosa ad essere mutata sono solo gli equilibri e i punti di riferimento che si sono spostati dal centro-destra alla Lega Nord. Dopo l'affare indiano che ha portato all'arresto di Orsi ora si parla anche dello stesso Pansa. Il nuovo Ad rientra nella vicenda legata all'ex moglie del Ministro dell'Economia Grilli. A tutta questa storia è legato proprio l'ultimo capitolo del voluminoso fascicolo consegnato ai pm dal nucleo operativo del colonnello De Caprio. Il titolo è inequivocabile. "Finmeccanica e il ministro Vittorio Grilli".

La signora Lowenstein, ex moglie del Ministro dell'Economia, nel periodo tra il 2007 e il 2008 aveva delle società in difficoltà economiche con un debito societario di mezzo milione di euro. L'allora direttore generale e finanziario di Finmeccanica Pansa corse in suo soccorso arrivando a bussare alla porta di Alberto Nagel e Maurizio Cereda, rispettivamente amministratore delegato e Direttore finanziario di Mediobanca. Tutta la vicenda viene fuori anche con un'intercettazione ambientale fatta nel maggio del 2012. A venir intercettati sono Giuseppe Orsi e Ettore Gotti Tedeschi. L'allora presidente di Finmeccanica riferì all'ex Presidente dello Ior (la Banca Vaticana) di aver visto alcuni contratti di consulenza in favore della signora Lowenstein. Le casse delle sue società sarebbero state state risanate con i contratti di consulenza fittizi fatti proprio da Finmeccanica a suo favore.

Interrogato proprio su questo caso Orsi precisa di non aver mai visionato quei contratti ma ci sarebbe stato solo un innocuo "sentito dire" che lui stesso avrebbe raccolto da Alberto Nagel, ceo di Mediobanca. Sull'intera vicenda sono stati ascoltati anche gli stessi banchieri di Mediobanca contattati dallo stesso Pansa. I due confermano che nel 2007 l'Ad chiese loro l'aiuto per l'ex moglie di Grilli ma ricordano che rifiutarono questa richiesta. Trovandosi davanti a questa negazione d'aiuto Pansa avrebbe optato per le consulenze con la stessa Finmeccanica o con società da essa controllate.

Il ministro dell"Economia Vittorio Grilli.
(Foto: Reuters / Alex Domanski)
Il ministro dell"Economia Vittorio Grilli.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci