• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 19.02.2013 19:14 CET

Saranno 6.500 gli operai che l'Ilva metterà in cassa integrazione. Questo è il prezzo da pagare per il risanamento degli impianti in riferimento alle disposizioni dell'Aia. Le rassicurazioni dell'azienda a tutti questi operai sono sia il piano d'investimento di due miliardi e mezzo di euro sia la conferma che non ci sarà nessun esubero.

Seguici su Facebook

Il provvedimento colpirà per la quasi totalità del numero lo stabilimento di Taranto con 6.417 operai. Interessati anche Novi Ligure e Pratica di Mare. Proprio a Taranto ci sono già circa 2.600 lavoratori per i quali la Cig scade il 2 marzo. Questo nuovo provvedimento diventerà effettivo il 3 marzo e avrà una durata di 24 mesi. Nella prima fase riguarderà 4.444 addetti ma nel secondo semestre del 2014, con la chiusura dell'altoforno 5 (il più grande d'Europa) si arriverà proprio a 6.417. Con i lavori di adeguamento degli impianti e la chiusura temporanea degli altiforni a rotazione, l'Ilva di Taranto produrrebbe circa un terzo, passando dal regime di 30 mila tonnellate di acciaio al giorno (attualmente è circa 18 mila), a dieci mila.

Sulla questione è intervenuto anche il segretario nazionale della Uilm Rocco Palombella: "Se da un lato è una buona notizia perché ci conferma l'intenzione dell'azienda di restare a Taranto ed investire sul futuro della fabbrica, dall'altro sono numeri da brivido che ovviamente puntiamo a ridurre in sede di trattativa. Di positivo c'è che non sono previsti esuberi, almeno secondo quanto dichiara l'azienda ma saranno due anni di lacrime e sangue. Chiederemo al governo di individuare tutti gli strumenti per evitare di far gravare solo su una parte dei lavoratori il peso di questi 24 durissimi mesi, ad esempio con contratti di solidarietà, cassa integrazione a rotazione e la riduzione del numero di cassa integrati".    

 ILVA
(Foto: Reuters / )
Ilva di Taranto
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci