• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 24.02.2013 10:32 CET

Microsoft sotto attacco. Gli hacker sono riusciti ad abbattere anche le difese del colosso di Redmond, quasi nello stesso periodo dell'attacco inferto ai colossi Apple e, prima ancora, Facebook e Twitter.

Seguici su Facebook

La comunicazione ufficiale è stata data solo adesso per una scelta di marketing pubblicitario. Infatti, poichè, ultimamente Microsoft ha maturato diverse novità, l'azienda fondata da Bill Gates ha voluto evitare allarmismi che potessero compromettere i consensi ottenuti sul mercato.

Attraverso un post sul Security Response Center, Microsoft ha dichiarato: "In linea con le nostre procedure di sicurezza - ha spiegato la compagnia - abbiamo scelto di non fare alcuna dichiarazione pubblica durante la fase iniziale di raccolta delle informazioni. Durante la nostra indagine, abbiamo trovato un numero limitato di computer, tra cui alcuni della nostra Mac business unit, che sono stati infettati da un software dannoso, utilizzando tecniche simili a quelle documentate da altre organizzazioni. Al momento non abbiamo alcuna prova che i dati dei clienti siano stati colpiti, ma la nostra indagine è in corso. Questo tipo di attacco non è una sorpresa per Microsoft e altre aziende che devono confrontarsi con avversari determinati e persistenti".

Dalle dichiarazioni rilasciate dal colosso di Redmond, non ci sono stati danni e i dati dei clienti non sono stati violati. ll vettore di attacco, sfruttato dai pirati per entrare nella rete di computer di Microsoft, sarebbe, ancora una volta, una vulnerabilità di JavaL'origine dell'attacco è ancora sconosciuta, non è stato ancora stabilito se la provenienza derivi dall'Est Europa o dalla Cina. A tal proposito ricordiamo che Washington ha puntato il dito contro  Pechino, affermando che gli attacchi informatici arrivassero da reparti interni all'esercito cinese. Infine, quasi a voler confermare tale ipotesi, recentemente proprio  il New York Times e il Washington Post sono stati attaccati subito dopo aver  pubblicato racconti inerenti la mafia cinese e i suoi legami con i piu potenti uomini di Pechino.

 

[Fonte: MSRC]

Microsoft
(Foto: Microsoft / )
Nuovo logo per Micosoft che sostituisce il vecchio (il secondo nell'immagine) dopo 25 anni
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci