• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Vincenzo Iozzino | 25.02.2013 09:29 CET

La certificazione unica dei redditi dell’anno precedente, o modello CUD scadrà il 28 Febbraio 2013, relativa all'anno 2012, il CUD viene consegnato dai datori di lavoro o enti pubblici o privati ai propri dipendenti, ma anche dall’ente pensionistico ai propri pensionati. E' una certificazione (del datore-sostituto d'imposta) delle somme erogate e delle relative ritenute fiscali effettuate. Generalmete il modello viene consegnato in formato cartaceo ma può essere trasmesso anche in formato elettronico, a patto che il datore di lavoro si accerti che il destinatario abbia gli strumenti necessari per ricevere ma anche per stampare il modello CUD.

Seguici su Facebook

Quali sono i dati fiscali e previdenziali previsti per il calcolo?
• I redditi di lavoro dipendente o assimilati (ad esempio i compensi di soci di cooperative o dei sacerdoti) e di pensione corrisposti nell’anno precedente e assoggettati a tassazione;
• Le detrazioni effettuate;
• I dati previdenziali e assistenziali del lavoratore e l’importo dei contributi a carico del lavoratore versati o dovuti all’Inps e all’Inpdap;
• Ritenute di acconto effettuate dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico e versate al fisco.

Tutti i dipendenti o pensionati che nell’anno precedente, in questo caso nel 2012 hanno percepito soltanto i redditi riportati nel CUD consegnato, sono esonerati dalla presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico). Quindi chi non ha percepito altri redditi che sono di norma soggetti a tassazione (es.redditi da locazione, compensi per collaborazione) non ha l'obbligo di presentare altre dichiarazioni. Tuttavia il contribuente anche se non è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi, può, attraverso il modulo allegato scegliere la destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille delle sue imposte rispettivamente allo Stato o a una istituzione religiosa, ma anche ad associazioni non profit, enti di ricerca scientifica, associazioni sportive dilettantistiche e comuni.

Cosa accade in caso di mancata consegna del CUD?
Se il datore di lavoro non consegna al proprio dipendente il modello CUD, ai sensi dell’art. 11 comma 1 del D. Lgs. 471/97, il sostituto di imposta viene punito con una sanzione amministrativa da € 258,23 a € 2.065,83, tale sanzione viene applicata anche nel caso di una certificazione incompleta o se i dati non corrispondono alla realtà.

© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci