• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Gianluca Iozzi | 25.02.2013 14:25 CET

Il governo nascente si troverà ad affrontare un problema non di poco conto: i fondi per la scuola. I 75 mila supplenti chiamati a sostituire gli insegnanti di ruolo lavorano senza ricevere alcuno stipendio.

Seguici su Facebook

Il problema è da ricondurre ad una data fatidica: il 31 dicembre 2012. Infatti fino a quel giorno il pagamento delle supplenze brevi era a carico dei singoli istituti. Mentre con la spending review dello scorso luglio del governo Monti è stato deciso che le retribuzioni saranno a carico del Ministero dell'Economia.

Ed è proprio questo passaggio la chiave di volta di tutta questa storia, poiché il sistema informatico che dovrebbe gestire i pagamenti stenta a partire. E questo ha causato lo slittamento del pagamento di gennaio.

Annamaria Santoro, segretaria della Fcl Cgil si è fatta un idea precisa sulla questione: "In sede di previsione i tecnici hanno sottostimato la spesa per le supplenze  tanto che sono già andati esauriti i 196 milioni di euro stanziati nel 2013 e i 37 milioni di euro come saldo di dicembre 2012. Alcuni istituti hanno anticipato con la cassa il pagamento del mese di dicembre".

Per tamponare la situazione il Miur promise che il 12 febbraio ci sarebbe stata una emissione straordinaria. Ma è stata rimandata al lunedì successivo. Come se non bastasse entro le ore 18 di quel giorno le scuole avrebbero dovuto caricare online i dati di ogni singolo supplente. Ma un ulteriore contrattempo ha fatto saltare l'invio dei dati. Risultato? Diecimila istituti nelle stesse ore hanno effettuato l'accesso allo stesso server ed è saltato il sistema informatico. 

 

 

Scuola
(Foto: Reuters / Tony Gentile)
Le scuole non garantivano le ore di sostegno
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci