• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Gianluca Iozzi | 25.02.2013 15:23 CET

Grandi novità tra le mura vaticane: Benedetto XVI ha emanato il Motu Proprio, che introduce delle modifiche per quanto riguarda l'elezione del nuovo pontefice all'interno del conclave. Infatti così facendo "viene concessa ai cardinali la facoltà di anticipare l'inizio del conclave se sono presenti tutti i cardinali, come pure resta la facoltà di prolungare fino a venti giorni" questo lasso di tempo, prima di aprire il conclave. 

Seguici su Facebook

Ma c'è anche un'altra novità: il portavoce vaticano padre Federico Lombardi ha fatto sapere che il Papa "ha deciso che atti dell'indagine su Vatileaks" - di cui solo egli è a conoscenza - saranno "a disposizione del futuro pontefice". 

"Con questo si è chiuso il mandato della commissione, la commissione è sciolta con questa mattina" ha fatto sapere inoltre padre Lombardi. Intanto Benedetto XVI questa mattina ha ricevuto i tre cardinali che sono stati incaricati di seguire il caso Vatileaks: Julian Herranz, Jozef Tomko e Salvatore De Giorgi.

Ma a quanto pare le sorprese non finiscono qui, poiché oggi ha rassegnato le dimissioni il cardinale irlandese Keith O'Brien, arcivescovo di St. Andrews ed Edimburgo. Il cardinale era stato accusato da tre preti e un ex sacerdote di "comportamento inappropriato". Anche se non se ne parla esplicitamente, quindi, si tratterebbe di molestie sessuali avvenute negli anni '80 quando O'Brien era direttore spirituale del St. Andrews College e rettore del St. Mary's College.

 

 

Papa - Reuters
(Foto: reuters / )
Papa Benedetto XVI
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci