• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Vincenzo Iozzino | 25.02.2013 17:34 CET

Si ritorna a parlare di "Troika", inevitabile quando si riapre l'argomento sulla crisi della Grecia. La Troika è un gruppo di tre istituzioni di cui fanno parte (Commissione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale) Paul Tomson (Fmi), Servaz Deruz (Ue) e Claus Mazuch (Bce), che dovrebbero aiutare la Grecia ad uscire dalla crisi. La Troika sarà il 3 Marzo al ministero delle Finanze; si discuterà insieme, di riforme economiche e strutturali, privatizzazioni, sistema fiscale e licenziamenti nel settore pubblico.

Seguici su Facebook

Prima di giungere nella capitale greca, i componenti della Troika saranno preceduti dal gruppo dei tecnici, incaricati nei controlli sull'attuazione del programma per l'adeguamento di bilancio e le riforme economiche e strutturali previste dal Memorandum firmato dal governo, si aggiungeranno anche i rappresentanti dei creditori internazionali.

Una delle condizioni principali per l'accesso al credito che i membri della Troika dovranno accertare per ricevere la prima tranche prevista a marzo da 2,8 miliardi di euro, sono le misure previste per la riduzione drastica del personale nel settore pubblico. Nel 2013, il piano dei rappresentanti dei creditori internazionali prevede una mobilità di 25.000 dipendenti statali, la metà entro i primi sei mesi dell'anno. Atene però, ancora non è disposta ad aprire ora la questione mobilità, il rischio come logico che sia, è una dura reazione sociale.

© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci