Finale Coppa Italia Primavera. Juventus-Napoli termina 1-1

Di Maurizio Varriale | 13.03.2013 17:24 CET
Dimensione testo + -

I primi 90' della finale di Coppa Italia Primavera finiscono 1-1 tra Juventus e Napoli. Un pari che lascia l'amaro in bocca ai padroni di casa, che avrebbero meritato miglior sorte dinanzi ai propri tifosi che hanno assiepato lo Juventus Stadium. Per l'importante appuntamento i due club hanno deciso di mettere a disposizione dei loro giovani gli stadi delle prime squadre.

Foto Gennaro Masi
Gennaro Tutino, esterno offensivo del Napoli Primavera

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

La gara di Torino è dominata a lungo dai ragazzi di Baroni - uno che ha giocato con Maradona, vincendo pure uno scudetto -, che hanno però la colpa di non capitalizzare le nitide occasioni. I padroni di casa puntano soprattutto sull'agilità e la tecnica di capitan Beltrame che crea spesso lo scompiglio nella retroguardia azzurra, senza però riuscire a mettere a segno il colpo vincente. L'attaccante è pure sfortunato quando un suo preciso diagonale si schianta sul palo.

Il primo tempo finisce solo per caso a reti inviolate. Del Napoli non c'è traccia. Il temibile tridente partenopeo fa il solletico alla Juventus, che finalmente riesce a capitalizzare gli sforzi in avvio di ripresa quando Gerbaudo insacca di testa. La rete del vantaggio anziché corroborare i padroni di casa ha il potere di svegliare i baby di Saurini.

Più notizie

Il Napoli avanza il baricentro e comincia a giocare. Prima Palma mostra lentezza pachidermica nel concludere a rete, poi Tutino recupera palla, nemmeno fosse un medianaccio vecchio stampo, salta un avversario e di destro si fa beffe di Branescu che non arriva sul diagonale. È un colpo gobbo per la Juventus che non riesce più a ritrovarsi, imbrigliata dai ringalluzziti azzurri e dalla stanchezza. Gli ultimi sussulti sono casuali e per nulla organizzati e non portano più  conclusioni pericolose verso ambedue le porte.

Ritorno a Napoli allo stadio San Paolo. Data ancora da decidere, visto che la Juve ha chiesto di rinviare la sfida inizialmente fissata per il 23 marzo a causa degli impegni internazionali di alcuni dei suoi tesserati. Il 29 potrebbe essere il giorno giusto per il return match.

 

----------------------------------------------------------------

JUVENTUS-NAPOLI 1-1 (46' GERBAUDO, 64' TUTINO)

SECONDO TEMPO

Triplice fischio finale. Termina 1-1 allo Juventus Stadium.

96': Colpo di testa di Rugani che finisce alto.

95': Conclusione difficile e sbilenca di Gerbaudo che non crea ambasce a Crispino.

93': Ancora 3'. Ora la Juve spinge alla ricerca del gol vittoria.

90': Saranno ben 6 i minuti di recupero.

90': Ultimi spiccioli di gara.

88': Esce l'infortunato Tutino ed entra Zambrano nel Napoli.

84': Due cambi, uno per la Juve con Lanini per Ruggiero, nel Napoli dentro Gaetano per Fornito.

83': Squadre stanche e azioni offensive che cozzano qausi sempre sui difensori avversari.

79': Beltrame per Padovan che dal cuore dell'area napoletana tenta il tiro a giro sul secondo palo, ma la conclusione si alza sulla traversa.

75': Palla vagante e sinistro di Kabashi che termina di non molto a lato.

74': Si sono invertite le parti. Juve che non riesce più ad esprimere le trame dei primi 60', mentre il Napoli controlla la gara.

71': Magnusson con una punizione da distanza siderale e la palla vola in curva.

68': Cambio nel Napoli, entra Scielzo ed esce Novotny.

64': GOOOOOOOOOOOL DEL NAPOLI!!! Tutino ruba palla, supera un avversario e da posizione molto defilata calcia di destro battendo Branescu che è lento ad andare giù. Bella giocata dell'ala napoletana.

64': Punizione di Beltrame dai 21 metri con Crispino che presidia bene il palo difeso dalla barriera.

63': Nella Juve entra Kabashi per Sakor.

63': Primo giallo del match per Celiento per fallo su Padovan.

60': Gran sinistro a rientrare di Insigne dal vertice destro dell'area con la palla che si spegne di poco a lato.

58': Napoli che sembra aver preso coraggio e ora ha alzato il baricentro, stazionando stabilmente nella trequarti juventina.

54': Entra Mattiello per Laursen nella Juve. Un esterno sinistro per un altro, non cambia nulla tra i bianconeri.

52': Che occasione sprecata dal Napoli! Insigne lancia Palma che tutto solo cincischia troppo e si fa rimontare dalla difesa juventina per poi tirare alto.

50': Magnusson ci prova dalla lunga distanza e Crispino è pronto alla deviazione in angolo.

49': Tema tattico che non è cambiato rispetto al primo tempo. Juve sempre in avanti a fare la partita e Napoli che prova solo a difendersi.

46': GOOOOOOOOOOOOL DELLA JUVENTUS!!! Gerbaudo è bravo a farsi trovare sul secondo palo dalla palla proveniente dalla punizione di Ruggiero e ad insaccare in rete con un facile colpo di testa. Vantaggio più che meritato.

Si riparte!

 

PRIMO TEMPO

Gara fin qui controllata dalla Juventus che ha costruito almeno tre nitide occasioni per andare a segno. Gli attaccanti bianconeri devono prendersela con la loro imprecisione, la bravura dell'estremo difensore partenopeo e la sfortuna sul palo di Beltrame. Del Napoli non v'è traccia. Nemmeno Roberto Insigne, capocannoniere del campionato Primavera, è riuscito a impensierire la retroguardia di casa.

 

45': Nessun minuto di recupero. Finisce il primo tempo.

42': Eccolo il primo tiro del Napoli, con Guardiglio che di sinistro non rende difficile la vita a Branescu che blocca senza problema alcuno.

37': Juve pericolosa sugli sviluppi di una punizione di Beltrame che mette al centro e Gerbaudo di esterno manda alto da ottima posizione.

32': Beltrame vola in contropiede, ma la difesa azzurra lo stoppa con un raddoppio. Azione viziata dal netto fallo di mano dello juventino, ma ancora una volta l'arbitro Ghersini non vede nulla.

29': Crispino pronto all'uscita bassa sui piedi di Padovan che si era fatto 50 metri palla al piede.

27': Fallo cattivissimo di Cavion su Lasicki. Ma ancora una volta l'arbitro non fischia. Intervento da cartellino rosso.

24': Per la prima volta il Napoli mette il naso fuori dalla sua metà campo creando qualche problema alla difesa juventina. Risove tutto Branescu con una bella uscita a pugni chiusi.

22': Dopo metà primo tempo già tre ghiottissime opportunità per la Juventus e nemmeno un tiro in porta per il Napoli.

18': Altra grande occasione per la Juve! Cross basso di Ruggiero sul quale clamorosamente non arrivano Beltrame e Padovan. Forcing bianconero.

16': Beltrame ruba palla e si invola verso l'area azzurra, scagliando un destro a  giro dai 18 metri che Crispino è bravo a mettere in corner.

15': Napoli che fatica tanto a fare gioco. Gli azzurri abusano dei lanci lunghi alla cerca del centravanti Novotny, ma finora Branescu ha potuto dormire sonni tranquilli.

11': Palo della Juventus! Beltrame fa tutto da solo e lo fa molto bene con un diagonale di destro dai 20 metri che tocca il palo per poi tornare fra le braccia di Crispino.

9': Brutto intervento di Padovan su Celiento colpito al torace da un calcio. Per l'arbitro non è nemmeno fallo.

5': Iniziativa in mano alla Juve che dopo la prima grande occasione con Gerbaudo ha un po' rallentato il ritmo.

1': Che partenza della Juve! Gerbaudo riceve da un tacco di Beltrame, ma il suo piatto destro fa la barba al palo.

Partiti!

Squadre che fanno il loro ingresso in campo.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

JUVENTUS (3-5-2): Branescu; Rugani, Untersee, Magnusson; Ruggiero, Cavion, Sakor, Gerbaudo, Laursen; Beltrame, Padovan. All. Baroni

NAPOLI (4-3-3): Crispino; Guardiglio, Celiento, Lasicki, Nicolao; Palma, Radosevic, Fornito; Insigne, Novothny, Tutino. All. Saurini

ARBITRO: Ghersini di Genova

 

Non ci saranno Marchisio e Cavani e nemmeno Pirlo e Hamsik, ma Juventus-Napoli non perde comunque il suo fascino. Stasera tocca ai baby delle due squadre capofila della Serie A. Finale della Coppa Italia Primavera, gara d'andata. Location d'eccezione per l'occasione. Si gioca allo Juventus Stadium, mentre il ritorno (fissato per il 23, ma la data potrebbe essere spostata) si disputerà al San Paolo. Juve e Napoli hanno voluto dare ampio risalto alla gara, offrendo ai loro giovani il palcoscenico più importante.

TIMONE AD UN EX I bianconeri di Marco Baroni - uno che da calciatore con la maglia del Napoli ha giocato con Maradona e vinto uno scudetto - sono tra le formazioni giovanili più interessanti del panorama nazionale. Primi nel loro girone e ai quarti nella NextGeneration (la Champions League Under19 ad inviti), hanno un po' deluso nella recente Viareggio Cup, ma hanno sùbito la possibilità di riprendersi la rivincita in Coppa Italia. Le stelline sono il bomber Beltrame, che ha esordito anche in prima squadra, e Untersee. Da tenere sotto stretta osservazione anche il portiere rumeno Branescu. Baroni attuerà lo stesso modulo dell'omologo Conte: 3-5-2.

C'È SEMPRE UN INSIGNE Dopo gli ultimi anni non esaltanti il Napoli Primavera si riaffaccia nel Gotha del calcio giovanile. È stato bravo Saurini a dare una sterzata rispetto al passato, proponendo un calcio propositivo e che sta portando ottimi frutti anche nei risultati. Il tecnico azzurro utilizza uno spregiudicato 4-3-3 che esalta le qualità soprattutto degli esterni Tutino ed Insigne jr. Il fratello di Lorenzo è il leader della squadra che conta comunque anche su altre buone individualità come il portiere Crispino e il difensore polacco Lasicki. Faro del centrocampo sarà Radosevic, che con Mazzarri ancora non trova spazio. Assenti per squalifica, invece, Allegra e Savarise.

LEGGI ANCHE:

Napoli: De Laurentiis suona la sveglia a Castelvolturno. Il presidente a colloquio con squadra e Mazzarri

Calciomercato Juventus. Jovetic - Ibrahimovic: i bianconeri vogliono il colpo doppio

Lazio-Stoccarda: dove vederla, presentazione e probabili formazioni

Inter-Tottenham. Dove vederla, presentazione e probabili formazioni

 

Gennaro Tutino, esterno offensivo del Napoli Primavera
( Foto : Foto Gennaro Masi / )
Gennaro Tutino, esterno offensivo del Napoli Primavera
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci