• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Massimiliano Di Marco | 22.04.2013 09:31 CEST

Gli analisti prevedono il primo calo dell'utile dopo 10 anni per Apple. Il verdetto finale non verrà comunicato prima di martedì 23 aprile, quando i vertici di Cupertino ufficializzeranno i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale 2013, da gennaio a marzo.

Seguici su Facebook

Gli analisti però si sbizzarriscono con le previsioni e, sebbene i dati non coincidano, sono concordi nel dire una cosa: la più grande azienda della Silicon Valley non vedrà risultati come gli anni scorsi, a causa di un rallentamento nella vendita dei propri prodotti.

Sempre da più parti viene indicato che iPhone e iPad hanno visto un lieve calo della domanda e questa situazione si sta riflettendo anche sui partner commerciali di Cupertino, come LG, che fornisce i display. La società sudcoreana ha infatti registrato utili inferiori rispetto allo scorso trimestre, un risultato dovuto in parte a una tradizionale flessione nel mercato in questo primo trimestre dell'anno e in parte alla minor richiesta di schermi LCD da parte proprio di Apple, che viene stimato richieda circa il 30% dei display prodotti.

Secondo Jan Yoo, analista presso Korean Investment & Securities, il calo di fornitura per gli iPhone è sceso del 42% mentre quello degli iPad del 66% rispetto all'ultimo trimestre 2012. Così facendo, LG ha registrato introiti pari a 135 milioni di dollari, meglio del primo trimestre 2012, ma inferiore all'ultimo trimestre dell'anno scorso del 74%.

Fonti di Wall Street vicine ai vertici di Apple, come riporta Forbes, hanno addirittura parlato di un ripensamento della posizione di Tim Cook, sotto la cui guida Apple ha visto un deciso calo nel valore delle proprie azioni, sceso a 390 dollari per pacchetto da un picco di oltre 700 dollari nel settembre 2012. "Non ci sono prove che il consiglio dell'azienda, un tempo il principale innovatore in ambito tecnologico, sia ufficialmente in una fase di simili cambiamenti. Ma se non sta ancora perseguendo tale obiettivo, allora dovrebbe, secondo alcuni grossi investitori che hanno rivisto la propria partecipazione nelle azioni di Apple" scrive Forbes. Al posto di Cook, amministratore delegato sin dalla scomparsa di Steve Jobs, alcuni vorrebbero "qualcuno con credibili credenziali e superbe qualifiche tecnologiche per sistemare le cose".

[Fonte: Reuters]

LEGGI ANCHE

HTC Desire L emerge a Taiwan

Assassin's Creed 4: Black Flag, videointervista svela nuovi dettagli sul protagonista

LG ridimensiona A pple: "Steve Jobs un ragazzo fortunato. A pple ha copiato il Prada Phone"

Tim Cook
(Foto: Reuters / )
Alcuni "pezzi grossi" di Wall Street vorrebbero un altro amministratore delegato alla guida di Apple.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci