• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 15.07.2013 16:23 CEST

LaFerrari, McLaren P1 | Credit: Ferrari, McLaren
LaFerrari, McLaren P1 | Credit: Ferrari, McLaren

McLaren P1 è un'hypercar da sogno che ha colpito positivamente critica e pubblico al recente Salone di Ginevra 2013. Insieme a LaFerrari e alla Lamborghini Veneno è l'hypercar che alla manifestazione svizzera ha suscitato maggiori consensi. La McLaren P1, così come LaFerrari, è un'hypercar green, dotata cioè di soluzioni tecniche in grado di ridurre sia i consumi che l'impatto sull'ambiente.

Più notizie

Seguici su Facebook

La P1 è mossa da un motore termico V8 biturbo da 3.8 litri, derivato da quello della McLaren 12C e modificato per consentirgli di erogare una potenza massima di 737 cavalli a 7.500 giri al minuto e 720 Nm di coppia massima a partire dai 4.200 giri. Al motore termico è stato abbinato un motore elettrico in grado di erogare da solo 179 cavalli e 260 Nm di coppia e capace di muovere la P1 per 10 km senza dover utilizzare il motore termico; la potenza complessiva sale così fino a 916 cavalli e 900 Nm.

McLaren P1 | Credit: McLaren
McLaren P1 | Credit: McLaren

Il pacco batterie, che in questa tipologia di vetture può essere considerato come un vero e proprio tallone di Achille, è situato nella parte inferiore del telaio in carbonio ed è dotato di un sistema di raffreddamento in grado di mantenere ogni cella alla stessa temperatura. La McLaren P1 è un'hyper car che ha mutuato parecchie soluzioni dalla Formula 1 come il sistema DRS, l'Ipas (Instant Power Assist System) e chiaramente il telaio in carbonio.

Paragonando la McLaren P1 alla sportiva di Maranello, LaFerrari, le due hypercar presentano degli aspetti simili. LaFerrari dispone di 963 cavalli in tutto, di cui 800 provenienti dal motore termico e 163 da quello elettrico; questo di traduce in 15 secondi richiesti per raggiungere i 300 km/h, secondo la scheda tecnica presente sul sito ufficiale del nuovo modello. La sua realizzazione, come nel caso della McLaren P1, riprende alcuni elementi della versione da Formula 1, su tutti spunta l'Hy-Kers, sistema che recupera l'energia cinetica in frenata per renderla poi utilizzabile su motori elettrici.

IN CONCLUSIONE.Complessivamente la McLaren P1 rispetto a LaFerrari ha soluzioni più tradizionali. Dal punto di vista estetico l'hypercar di Marenello è come sempre unica, espressione del vero made in Italy e capace di coniugare soluzioni tecniche estreme ad aereodinamica, stile e bellezza. La vettura di Woking esteticamente molto bella è caratterizzata dal grande scarico al centro del retrotreno e dai gruppi ottici anteriori con la stessa forma a boomerang del logo McLaren. Dal punto di vista del propulsore l'ago della bilancia pende leggermente dalla parte della vettura di Maranello per via dei 47 cavalli extra erogati dal motore. Proclamare un vincitore quando di parla di auto di questa caratura è difficile anche se LaFerrari risulta ancora una volta il prodotto più bello esteticamente e con soluzioni tecniche avanzatissime, mutuate direttamente dalla Formula 1. La McLaren P1 è una vettura, se vogliamo, leggermente più tradizionale e pur non potendo contare sullo stile Ferrari (più forte di tutte le crisi di questo Mondo) risulta comunque tecnicamente validissima e apprezzabile dal punto di vista estetico.

LaFerrari | Credit: Ferrari
LaFerrari | Credit: Ferrari

[Via: MotorAuthority, AutoBlog | Fonte: McLaren]

LaFerrari
LaFerrari | Credit: Ferrari
McLaren P1
McLaren P1 | Credit: McLaren
LaFerrari, McLaren P1
LaFerrari, McLaren P1 | Credit: Ferrari, McLaren
1 2 3
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci