• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Alessandro Martorana | 23.07.2013 15:00 CEST

 

Tesla Roadster in ricarica
Tesla Roadster in ricarica

 

Più notizie

Seguici su Facebook

Il settore delle auto elettriche si trova in un periodo di evoluzione velocissima, sia per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche che per le vendite, le quali, anche se ancora ferme a numeri assoluti che incidono molto poco sul mercato complessivo dell'automobile, in molti paesi del mondo presentano tassi di crescita a due cifre.

Sono ormai in pochi a dubitare che, nel lungo periodo, le auto elettriche costino meno dei corrispondenti modelli benzina o diesel, anche grazie a vari studi che confermano che, nonostante il prezzo d'acquisto più alto, dopo cinque anni la convenienza a livello economico diventa tangibile.

L'altro aspetto che mette in luce chi sostiene i vantaggi della mobilità elettrica è il minor livello di inquinamento degli EV. E qui di certezze, considerata la maggiore complessità del discorso, ce ne sono di meno. Tanto da far risultare legittimo chiedersi: ma le auto elettriche inquinano davvero di meno?

La domanda non deve suonare assurda: nello stesso modo in cui per valutare i costi di un'auto elettrica è necessario valutare vari aspetti e non soltanto il prezzo d'acquisto, allo stesso modo per valutarne l'impatto ambientale non possono essere presi in considerazione solamente le emissioni derivanti dall'utilizzo. Che, come tutti sanno, per le auto elettriche sono pari a zero.

In particolare, i fattori da prendere in considerazione nel calcolo sono le fonti utilizzate per produrre l'energia elettrica necessaria alla produzione ed all'alimentazione e l'impatto ambientale delle batterie agli ioni di litio.

Per quanto riguarda il primo aspetto, nel 2012 alcuni ricercatori della University of Tennessee hanno pubblicato un interessante studio sulle emissioni di polveri sottili in Cina riconducibili alla produzione di energia per le auto elettriche. Il risultato ha mostrato come le emissioni inquinanti dovute agli EV siano persino superiori a quelle causate da veicoli a benzina (e più o meno uguali per quelli diesel).

Il dato deve sorprendere fino ad un certo punto: la Cina, anche a causa della velocissima espansione industriale degli ultimi anni, non ha ancora sviluppato un sistema di produzione di energia tramite fonti rinnovabili: circa l'85% dell'energia del paese asiatico è ottenuta tramite combustibili fossili (al 90% carbone).

Perché sia riscontrabile un impatto ambientale positivo per l'utilizzo delle auto elettriche è necessario che l'energia necessaria sia prodotta attraverso fonti rinnovabili. Ma qual è la situazione nel resto del mondo? Per quanto riguarda quello che al momento è il principale mercato per le auto elettriche al mondo, ossia gli Stati Uniti, la situazione è simile, con una percentuale di energie rinnovabili pari al 13,2% del totale nel 2012. La media dell'Unione Europea, pur se con differenze estremamente significative tra i vari paesi, è simile.

Il tasso di crescita è però tale che è lecito supporre che nel giro di pochi anni il valore raggiunga un livello tale da permettere alle auto elettriche da avere un impatto nettamente minore in termini di inquinamento sotto questo punto di vista.

Uno studio condotto ad inizio 2013 dal danese Bjorn Lomborg, direttore del Copenhagen Consensus Center, e pubblicato sul Journal of Industrial Ecology, inserisce nell'equazione anche le emissioni necessarie alla produzione.

Smart elettrica
Smart elettrica

Queste ultime incidono maggiormente sul "costo ambientale" delle auto elettriche, arrivando a rappresentare anche il 50% delle emissioni totali (a fronte del 17% per un veicolo tradizionale). Considerando una percorrenza complessiva di 80.000 km durante l'intero ciclo di vita della vettura, l'auto tradizionale è quindi più ecologica rispetto a quella elettrica.

Ma se la percorrenza totale viene portata a 144.000 km, la situazione viene ribaltata poiché le emissioni per la produzione vengono "ammortizzate", e l'auto elettrica emetterà in media il 24% di CO2 in meno, pari a circa 8,7 tonnellate.

Spostando il discorso sull'impatto ambientale della batterie agli ioni di litio, il riferimento più recente è quello di uno studio commissionato dall'Environmental Protection Agency degli Stati Uniti ad ABT Associates, e realizzato con la collaborazione del Dipartimento dell'Energia e di vari esperti accademici.

Battery pack BMW-i3
Battery pack BMW-i3

L'elemento più interessante dello studio è il fatto che, oltre a valutare l'impatto ambientale, ha anche evidenziato le possibili strade da seguire per ottenere batterie più eco-friendly, migliorando al contempo la performance.

In particolare lo studio mette in risalto la pericolosità delle batterie che utilizzano catodi contenenti nickel e cobalto, e che basano l'elaborazione degli elettrodi sull'uso di solventi: da questo punto di vista, oltre ad una ricerca mirata all'utilizzo di materiali diversi, la ricerca sottolinea la necessità di puntare al riciclo dei metalli presenti nelle batterie.

I costruttori stanno infatti percorrendo questa strada: già dall'anno scorso, ad esempio, Toyota ha avviato una collaborazione con la società belga Umicore per il riciclaggio sostenibile, in Europa, delle batterie agli ioni di litio installate sulla Prius+ e sulla Prius Plug-in. La tecnologia di fusione brevettata utilizzata da Umicore permette il recupero di elementi come il cobalto, il nichel e il rame presenti all'interno delle batterie.

Auto elettrica in ricarica
Auto elettrica in ricarica

 

In definitiva, al di là dei luoghi comuni sul presunto"impatto zero", è sempre bene tenere a mente che le auto elettriche avranno comunque un impatto ambientale, che potrà essere ridotto ma non eliminato completamente, quantomeno nel breve e medio periodo. Quel che è certo è che le vie da percorrere per far diminuire questo impatto, mantenendo al contempo buone prestazioni e possibilmente incidendo in termini positivi sui prezzi esistono, e le parti in causa stanno cercando di percorrerle.

LEGGI ANCHE:

Auto elettriche: un viaggio nella catena di montaggio della Tesla Model S [VIDEO] 

Auto elettriche: Ford taglia del 10% il prezzo della Focus

La prima macchina a energia solare per tutta la famiglia [VIDEO E FOTO]  

Tesla Roadster in ricarica
(Foto: Wikimedia Commons / Bin im Garten)
Tesla Roadster in ricarica
Tesla Roadster in ricarica
(Foto: Tesla Motors Inc / )
Tesla Roadster in ricarica
Smart elettrica
Smart elettrica
Battery pack BMW-i3
Battery pack BMW-i3
Auto elettrica in ricarica
Auto elettrica in ricarica
1 2 3 4 5
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci