• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Alessandro Proietti | 26.08.2013 08:14 CEST

La Grecia  è tornata sotto i riflettori della finanza internazionale. La sempre più plausibile necessità di una nuova tornata di aiuti all'economia del Paese è l'argomento più discusso sulle piazze finanziarie.

Reuters
Repertorio - A Greek presidential guard hoists the Greek flag in front of the Parthenon temple at the Acropolis hill in Athens October 3, 2010.

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Più notizie

Il ministro delle Finanze tedesco Schaeuble aveva dato il via all'indiscrezione: serviranno nuovi aiuti ma senza nessun nuovo taglio del debito. La vicinanza delle elezioni tedesche, poi, di certo non aiuta a diradare la fitta nebbia che si è posta sul futuro di Atene. Nessuno ha la minima intenzione di alimentare una nuova fiammata speculativa sui mercati: sebbene non vi sia ancora alcun 'numero' ufficiale, i governanti - questa volta - affermano all'unisono che il prossimo (eventuale) piano di aiuti sarà di entità più che modesta.

Lo aveva affermato Schaeuble ("[Questo terzo piano di aiuti sarà] molto più contenuto") e ora lo ribadisce anche Yannis Stournaras. Il ministro delle Finanze greco, a margine della visita di Asmussen nella capitale, ha infatti specificato come "se vi dovesse essere necessità di un ulteriore sostegno alla Grecia, sarà nell'ordine di 10 miliardi [di euro] (...) Molto meno rispetto agli interventi precedenti". Nessuna nuova cifra astronomica, nessun nuovo haircut e - su tutti - "[Atene] non accetterebbe ulteriori misure di austerità".

Un messaggio chiaro e diretto di una Grecia vogliosa di rimettersi, finalmente, in carreggiata: i numeri più che preoccupanti cominciano, poco alla volta, a lasciare spazio alle visioni 'ottimistiche' che parlano di una Grecia che potrebbe tornare a crescere già dall'inizio del prossimo anno, magari mostrando anche un avanzo primario. Un roseo scenario che permetterebbe ad Atene di riaffacciarsi finalmente sul mercato: "Sarebbe un grande successo - commenta Stournaras - che ci permetterebbe di testare i mercati con una nuova emissione di bond nella seconda parte del 2014 (...) Inizialmente con un piccolo importo, giusto per testare i mercati". In numeri, a seguito delle domande dei media che proponevano una cifra vicina ai 3-5 miliardi di euro, il ministro delle Finanze greco ha risposto: "Probabilmente anche meno".

 

Grecia
(Foto: Reuters / John Kolesidis)
Repertorio - A Greek presidential guard hoists the Greek flag in front of the Parthenon temple at the Acropolis hill in Athens October 3, 2010.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci