• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 26.08.2013 20:30 CEST

Approvato il decreto sulla Pubblica Amministrazione Watch Video

Il governo ha varato, nell'odierno Consiglio dei Ministri, il decreto sulla Pubblica Amministrazione. Il premier Enrico Letta, nel corso della consueta conferenza stampa, ha sottolineato l'importanza di questo provvedimento ricordando che l'esecutivo ha deciso "di dare una soluzione definitiva al problema del precariato nella pubblica amministrazione e per evitare le scorciatoie che permettevano di eludere il concorso per entrare nell'impiego pubblico".

Seguici su Facebook

Il Presidente del Consiglio ha voluto ricordare inoltre che "nel decreto è previsto un ulteriore taglio del 20% delle auto blu di tutte le amministrazioni pubbliche, una scelta che continua sulla strada virtuosa che abbiamo intrapreso". Letta, nel rilevare che nel documento approvato è prevista anche l'assunzione di mille Vigili del Fuoco, ha parlato di "un provvedimento che conferma l'attenzione profonda rispetto ai problemi del nostro territorio". L'intero decreto è stato disegnato per "costruire una Pubblica Amministrazione diversa, più efficiente, più snella".

Alla conferenza stampa era presente anche il ministro della Pubblica Amministrazione; Gianpiero D'Alia ha confermato che "con questo provvedimento" il governo dice "mai più contratti a termine che non siano eccezionali o temporali, l'uso al ricorso del precariato nella Pa è diventata una scorciatoia. Il contratto tipico prevalente nella Pa sarà quello a tempo indeterminato". Il ministro ha voluto sottolineare che l'esecutivo prevede "procedure selettive tra coloro i quali hanno contratti a termine di almeno tre anni, saranno selezionati i migliori". D'Alia ha ricordato che nel decreto è presente "una norma che obbliga ad assumere tutti i vincitori di concorso, quelli cioè che hanno più diritto degli altri. Questo provvedimento in parte riguarderà anche gli 'idonei' ma solo per le graduatorie più recenti".

Il premier ha aggiunto che, con il provvedimento appena approvato, viene rafforzata "la lotta alla corruzione, la prevenzione alla corruzione e la trasparenza nella Pubblica Amministrazione attraverso una razionalizzazione, abbiamo deciso di concentrare nella 'Civit' (Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l'Integrità delle amministrazioni pubbliche) tutte queste funzioni, in modo che diventi un soggetto dedicato esclusivamente al compito della lotta e della prevenzione alla corruzione".

 

 

Governo Letta
(Foto: Reuters / )
Una foto del Consiglio dei ministri
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci