• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Alessandro Martorana | 03.12.2013 12:12 CET

La tecnologia della stampa 3D ha rappresentato una delle più interessanti innovazioni tecnologiche negli ultimi tempi, e le stampanti 3D che utilizzano metalli rappresentano un'ulteriore evoluzione di questi dispositivi, anche grazie alle innumerevoli applicazioni industriali possibili.

Seguici su Facebook

Grandi aziende come Rolls-Royce o General Electric utilizzano già la stampa 3D per la creazione delle parti in metallo dei motori di aereo, ma i macchinari che utilizzano hanno costi di partenza nell'ordine delle centinaia di migliaia di dollari, quindi decisamente fuori dalla portata di chi vuole cimentarsi per diletto nella creazione di oggetti.

Ma gli ingegneri della Michigan Technological University sono riusciti a mettere a punto un progetto di una stampante 3D a metallo che può essere realizzata con componenti con un costo complessivo inferiore a 1.500 dollari (poco più di 1.100 euro), e che funziona grazie a software open source. Non proprio economica, ma certamente low-cost rispetto alla concorrenza.

Il componente principale è un piccolo saldatore MIG (Metal-arc Inert Gas), che utilizza uno speciale cavo per mantenere una corrente elettrica in grado di scaldare ed unire i metalli. Il software open-source utilizzato dal quello utilizzato per la stampante per plastica RepRap.

"Chiunque abbia più o meno qualsiasi sistema di saldatura può costruire la nostra versione di una stampante 3D ed utilizzarla", ha spiegato ad IBTimes USA Joshua Pearce, ingegnere del MTU. "Possiamo costruire qualsiasi oggetto in 3D che possa entrare in un porta-pane", con un'unica limitazione: gli oggetti non devono avere fori verticali che li attraversano, a causa del metodo di lavoro utilizzato dalla saldatrice.

Non si tratta comunque del primo progetto di questo tipo: Mini Metal Maker è riuscita ad ottenere oltre 21.000 dollari (su un obiettivo di 10.000) con il crowdfunding su Indiegogo, ed i primi clienti dovrebbero ricevere il dispositivo nel settembre 2014. Questa stampante può essere utilizzata per creare piccoli oggetti, e può essere acquistata per 750 dollari (smontata) o 1.000 dollari (montata).

Il modello fai-da-te della Michigan Technological University è invece più indicato per un utilizzo in un'officina o in un altro luogo che rispetti determinati criteri di sicurezza: si tratta quindi di un dispositivo che è meglio non usare in salotto.

Il team di Pearce è riuscito a stampare una ruota dentata ed altri oggetti con il loro prototipo, e gli ingegneri statunitensi stanno già pensando ad un modo per migliorare ulteriormente il loro macchinario, ad esempio con l'utilizzo di altri metalli oltre l'acciaio. Questo tipo di tecnologia ha già dimostrato di avere possibili inquietanti applicazioni, inclusa la produzione di armi fatte in casa. Pearce non sembra però troppo preoccupato dalla cosa.

LEGGI ANCHE: Fucile creato con stampante 3D spara 14 colpi [VIDEO] 

"Ci ho pensato molto, e sono arrivato a queste conclusioni: tutta la tecnologia può essere usata per cose buone e cattive. Questa può assolutamente essere usata per costruire qualsiasi tipo di arma, ma le potenziali buone applicazioni annichiliscono quelle cattive".

[FONTE: Anzalone et al. "A Low-Cost Open-Source Metal 3-D Printer." IEEE Access pubblicato il 2 dicembre 2013]

LEGGI ANCHE:

Da New York a San Francisco con 38 litri di carburante: la sfida di Urbee 2, l'ibrida creata con la stampa 3D [VIDEO] 

Stampa 3D: ecco tre modi nei quali può rivoluzionare il futuro delle cure mediche [VIDEO]

Maker Faire, stampanti 3D e altre invenzioni: successo a Roma con 30mila visitatori   

Mini Metal Maker
(Foto: Mini Metal Maker / )
Mini Metal Maker
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci