Bernanke: " Niente stimoli fino alla risoluzione della crisi europea. Bisogna aiutare il mercato del lavoro"

di 17.07.2012 15:02 CEST
Bernanke
Il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ad una conferenza stampa a Washington. Reuters

Federal Reserve System - A parlare è Ben Bernanke, presidente della Fed americana. I mercati stanno attraversando un periodo di estrema incertezza derivante gli sviluppi dell'economia più importante del mondo, quella Usa, e la risoluzione in tempi più stretti della crisi europea. L'economia americana e la Fed stanno lavorando affinchè il sistema finanziario statunitense non venga affetto da shock esterni derivanti dal peggioramento della congiuntura economico-finanziaria europea. 

Crescita lenta e stabile, niente aiuti all'economia - In un contesto macroeconomico come quello attuale, il presidente della Fed non ha lasciato spazio a dichiarazioni riguardanti manovre espansive a sostengo dell'economia. Il tasso di crescita Usa rimarrà stabile e la crescita sarà graduale. 

Migliora il mercato immobiliare, aiutare il mercato del lavoro - Timidi i segnali che vengono dal mercato immobiliare, indice comunque di una propensione, seppur debole, all'investimento nel lungo periodo. Il nodo della disoccupazione è cruciale per la crescita del paese. Il mercato del lavoro, se aiutato in modo adeguato, può portare il paese ad avere un tasso di crescita più alto alimentando la tanto attesa ripresa. La Fed è pronta ad agire in merito. 

Commenti