Bonus mamma domani 2017: come fare domanda? Le istruzioni dell’INPS su come ottenere 800 euro

Gravidanza
Uno studio Usa ha scoperto che la depressione post-partum è genetica Reuters

Dopo settimane di attesa, l’INPS ha pubblicato sul proprio sito le istruzioni relative alla presentazione della domanda che consentirà alle donne che hanno avuto un figlio o stanno per averlo di ottenere 800 euro una tantum.

I chiarimenti della misura introdotta dal pacchetto famiglia contenuto nella legge di Bilancio 2017 sono stati inseriti all’interno della circolare n.78 del 28 aprile 2017. Seguendo le istruzioni, a decorrere dal 4 maggio, le mamme residenti in Italia avranno la possibilità di richiedere il bonus.

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sul bonus mamma domani 2017.

Bonus Mamma domani 2017: che cos’è

Il bonus mamma domani è un “premio” di 800 euro una tantum destinato alle mamme che mettono al mondo, adottano o prendono in affidamento un minore. Il beneficio viene corrisposto dall’INPS in un’unica soluzione, previa presentazione da parte della futura mamma di un’apposita domanda che deve essere inviata "al compimento del settimo mese di gravidanza o dell’atto di adozione del figlio”.

Bonus mamma domani 2017: come fare domanda?

Le domande potranno essere inviate a partire dal 4 maggio 2017, esclusivamente tramite via telematica.

All’interno della richiesta occorre specificare l’evento per il quale si richiede il beneficio e precisamente:

  • compimento del 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza);
  • nascita (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza);
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

“Se è stata già presentata la domanda in relazione all’evento compimento del 7° mese di gravidanza - precisa l’INPS -  non si dovrà quindi presentare ulteriore domanda in relazione all’evento nascita. Analogamente, il beneficio richiesto per l’affidamento preadottivo non può essere richiesto in occasione della successiva adozione dello stesso minore”.

Se si tratta invece di un parto plurimo per il quale la domanda è già stata presentata, dopo la nascita la richiesta dovrà essere inviata nuovamente, inserendo al suo interno le informazioni di tutti i minori necessarie per l’integrazione del premio già richiesto, rispetto al numero dei nati.

Nel caso in cui invece la domanda venga presentata a parto già avvenuto, la neo mamma dovrà inserire all’interno della richiesta il codice fiscale del bambino. Le cittadine extracomunitarie in possesso di permesso di soggiorno valido ai fini dell’assegno di natalità devono certificare il possesso di tale titolo inserendone gli estremi nella domanda telematica.

Bonus mamma domani 2017: come presentare la domanda?

La domanda deve essere presentata all’INPS esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:

  • WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it >Servizi on line> servizi per il cittadino> autenticazione con il PIN dispositivo> domanda di prestazioni a sostegno del reddito> premio alla nascita;
  • Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Bonus mamma domani 2017: le date da ricordare

La domanda deve essere presentata, per quest’anno, a decorrere del 4 maggio e dovrà riguardare le nascite o le adozioni verificatesi a partire dal 1°gennaio 2017.

La richiesta deve essere trasmessa "improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento. Per i soli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, data di rilascio della procedura telematizzata di acquisizione, il termine di un anno per la presentazione decorre dal 4 maggio".

Bonus mamma domani 2017: i documenti necessari

Per accertare lo stato di gravidanza e il compimento del 7°mese di gravidanza, la futura mamma dovrà corredare la domanda con le seguenti certificazioni:

  1. certificato di gravidanza in busta chiusa e in originale o, nei casi consentiti dalla legge, in copia autentica direttamente allo sportello oppure spedita a mezzo raccomandata . Sulla busta dovrà essere riportata il numero di protocollo e la seguente dicitura: “Documentazione domanda di Premio alla Nascita – certificazione medico sanitaria”;
  2. numero del protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico SSN o medico convenzionato ASL.
  3. indicazione che il certificato è stato già trasmesso all’Inps per domanda relativa ad altra prestazione connessa alla medesima gravidanza;
  4. esclusivamente per le future madri non lavoratrici, in alternativa al certificato  di gravidanza è possibile indicare il numero identificativo a 15 cifre di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o con esso convenzionato, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso.

Bonus mamma domani 2017: il pagamento

Come detto in precedenza, il bonus ammonta a 800 euro per ciascun evento e in relazione a ogni figlio nato/adottato o affidato.

Sarà l’INPS a provvedere al pagamento tramite la modalità richiesta dalla madre che potrà scegliere tra:

  • bonifico domiciliato,
  • accredito su conto corrente bancario o postale,
  • libretto postale
  • carta prepagata con IBAN.

Il bonus mamma domani 2017, sottolinea l’istituto guidato da Tito Boeri “sarà corrisposto su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’8° mese) oppure alla nascita o adozione o affido , per gli eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017”.