Brexit: la May? Ha ridotto il Regno Unito a una particella. Piccola piccola – di Maria Grazia Enardu

di 06.07.2017 19:48 CEST

Mentre tutti, inglesi e continentali, fanno la faccia dell’arme su argomenti concretissimi, tipo tariffe, cittadinanza, confini, un brivido scorre lungo le schiene del Regno Unito. In particolare nelle università, che rischiano di perdere il meglio di docenti e studenti, ma pian pianino anche i politici, compresi molti Leave, si gelano. Il primo grido di dolore, scientifico e non solo, si è sentito sull’Euratom. Se escono sono fuori anche da lì, salvo accordi che non saranno facili. Ora, il Regno Unito è potenza nucleare, quindi dell’atomo UE non gli dovrebbe importare nulla, ma UE significa ricerca, di altissimo livello e di altissimo costo. Se la UE arrivasse al Sacro Graal della fusione nucleare, la magica fonte di energia infinita, a Londra si suicideranno.
E intanto dal Cern di Ginevra arriva una notizia. E’ stata acchiappata la particella Xi, una delle colle della materia, inseguita per decenni. Per prenderla è necessario un impianto sotterraneo enorme, il piu grande e potente del mondo. Oggi la grande fisica si fa insieme, e se collaborare a livello mondiale è assai difficile, perche priorità e interessi divergono, la UE è unità operativa perfetta. Il Brexit è tutto il contrario, una sorta di antimateria. Il negoziatore UE, Barnier, ha appena detto a Londra che la loro idea di uscire e fare tutto come prima è irreale. La particella Xi, nel suo ultrainfinitesimale, concorda.