Camorra, arrestato superlatitante Mennetta

  | 04.01.2013 7:07 CET
Tentata estorsione, arrestato Lavitola
Tentata estorsione, arrestato Lavitola

La Squadra Mobile della Catturandi di Napoli, in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo, ha catturato questa notte in una villetta di Scafati (Salerno) il superlatitante Antonio Mennetta, 28 anni, considerato il numero uno del clan camorristico Vanella Grassi, i 'Girati' di Scampia, protagonista della faida scoppiata mesi fa.

Ricercato per associazione a delinquere e omicidio, Mennetta è considerato tra i cinque boss più pericolosi della faida che da settimane insanguina una delle più importanti piazze di spaccio d'Europa. Polizia e Carabinieri lo indicano, in base alle dichiarazioni raccolte, come l'uomo che ha scatenato la guerra tra clan. Arrestato lo scorso 23 luglio, venne poi scarcerato.

Al momento dell'arresto Mennetta si trovava in una villetta dotata di sofisticati sistemi di videosorveglianza. Assieme a lui altri due pregiudicati. "Un soggetto scaltro e pericoloso, colui il quale ha tramato per tutti questi mesi tessendo alleanze e soprattutto tramando omicidi e vendette" la descrizione dei magistrati inquirenti.

Gil altri quattro latitanti protagonisti della faida, le cui foto segnaletiche furono diffuse nei mesi scorsi sono Marco Di Lauro, Mariano Abete, Mariano Riccio, Rosario Guarino. Abete e Guarino sono stati catturati, ancora in libertà Di Lauro e Riccio.

 

 

Altri articoli di IBT MEDIA

Commenti