Camorra, in manette baby boss degli “scissionisti”

di 24.11.2012 10:15 CET

Nelle vele di Scampia, regno incontrastato del crimine, si compie un importante passo avanti per il ripristino della legalità. Catturato all'alba il boss Mariano Abete, 21 anni, reggente dell'omonimo gruppo camorristico, considerato tra i quattro super latitanti ritenuti tra i più pericolosi della faida di Scampia. Abete, capo degli "scissionisti" in lotta da mesi con la cosca dei "girati", è finito in manette a Napoli mentre si trovava nell'appartamento della madre nella famigerata Scampia.

I tentacoli della 'ndrangheta sui call center. Blitz nella notte: 23 arresti tra Lombardia e Calabria

Il ragazzo, e' stato ritrovato in un nascondiglio ricavato tra due pareti alle quali si accedeva tramite una parete mobile con apertura azionata a telecomando. Abete era ricercato per una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli per associazione mafiosa e associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Leggi anche:

"Grillo come la Lega del cappio"

Storace in corsa al Campidoglio

"Non posso restare in un partito di destra", Bondi dixit

Commenti