Carrie Fisher è morta: addio alla Principessa Leia di Star Wars

Muore a sessant'anni Carrie Fisher, la celebre principessa Leia di Star Wars
di @LucaMarra 27.12.2016 20:06 CET
Carrie Fisher
Carrie Fisher nei panni della celebre Principessa Leila flickr.com/photos/jimivr/21042

Carrie Fisher è morta, la Principessa Leia non c'è più, aveva sessant'anni. La notizia arriva dagli Stati Uniti. Già lo scorso 24 dicembre l'attrice era stata colpita da un infarto mentre volava da Londra a Los Angeles, dopo il ricovero la madre dell'interprete, Debbie Reynolds, aveva fatto sapere che le condizioni erano tornate stabili ma poi è arrivata la notizia della morte di Carrie Fisher che, ora, sta facendo il giro del mondo. "È con profonda tristezza che Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher  N.d.R) conferma che la sua amata madre ci ha lasciati alle 08:55 di stamattina" spiega in un comunicato il portavoce della famiglia Fisher, Simon Halls. Commozione mondiale dal mondo dei social che saluta una grande icona del cinema popolare.

Carrie Fisher: se ne va la Principessa Leia nell'annus horribilis dello spettacolo - Sui social in molti sottolineano l'annus horribilis che è stato questo 2016 per gli addii di celebrità del mondo dello spettacolo: da David Bowie a Leonard Cohen, passando per Alan Rickman e, nel giorno di Natale appena trascorso, ci ha lasciati George Michael, pop star mondiale. Oggi la notizia della morte di Carrie Fisher, attrice che sarà legata per sempre nella memoria al ruolo della Principessa Leia della saga di Star Wars. La Fisher esordì giovanissima nel mondo dello spettacolo, figlia di Eddie Fisher, cantante, e Debbie Reynolds, attrice. Prima prova al cinema nel '75 Shampoo di Hal Ashby, il regista di Harold e Maude e Oltre il giardino. È il 1977 l'anno della svolta: sin dai primi minuti appare nel primo film della saga fantascientifica, che diverrà  poi celeberrima, di Star Wars del 1977 Star Wars: Un Nuova Speranza. È nel ruolo della principessa ribelle Leia Organa che si alleerà con Han Solo e Luke Skywalker per combattere l'Impero. Sarà Leia anche negli episodi L'impero colpisce ancora Il ritorno dello Jedi. Nei panni della principessa ribelle l'abbiamo rivista l'anno scorso nel settimo capitolo della saga, Il risveglio della Forza. 

Non solo Leia: Carrie Fisher come attrice e scrittrice - Oltre ad essere il celebre volto della Principessa ribelle, Carrie Fisher negli anni ha lavorato anche con Woody Allen (Hannah e le sue sorelle), nella nota commedia Harry ti presento Sally e nel cult The Blues Brothers di John Landis e di recente in Maps to the Stars di David Cronenberg. Altra sua passione sin da bambina era la lettura poi sfociata nella scrittura: nel '87 firmò la sua semi-autobiografia Cartoline dall'inferno, basata sui suoi problemi con la tossicodipendenza, che divenne poi un film di Mike Nichols con Meryl Streep, Shirley MacLaine e Dennis Quaid, scritto dalla stessa Fisher. Nel '90 uscì il suo secondo libro Surrender the Pink. In tv è apparsa in diverse serie come 30 Rock, Big Bang Theory e Sex and the City. In queste ore il saluto comosso di tutto il mondo è uno solo: Che la Forza sia con te.

LEGGI ANCHE:

Rogue One: a Star Wars Story, recensione "No Spoiler" del nuovo film di Star Wars. Che la Speranza sia con te

Star Wars: Il Risveglio della Forza. Recensione del nuovo film di Star Wars