Caso Germania: la Bafin ostacolerebbe i flussi di capitale verso il resto dell'Europa

di 04.01.2013 10:11 CET
Euro
Repertorio: Euro Reuters

Germania nuovamente al centro delle critiche europee.

L'allarme, questa volta, è stato lanciato da Stefaan De Rynck, portavoce del commissario al mercato interno Michael Barnier. La polemica nascerebbe dal comportamento perseguito dalla Bafin (Bundesanstalt für finanzdienstleistungsaufsicht), l'equivalente tedesco della nostra Consob.

De Rynck sottolinea come l'istituzione tedesca abbia messo in atto un vero e proprio piano per limitare, sistematicamente, i flussi di capitale dalla Germania verso il resto dell'Eurozona.

Il caso più eclatante riguarderebbe il trasferimento di fondi dalla controllata tedesca Unicredit Hvb alla holding. Il movimento di capitali venne bloccato, allora, proprio dalla Bafin sollevando numerose polemiche.

Rumors vedrebbero la Commissione Ue già collaborante con l'Autorità bancaria europea (Eba) per valutare tutti i termini della vicenda. L'accusa nei confronti della Bafin potrebbe essere quella di violazione della libera circolazione di capitali in Europa.

Commenti