Caso Libor: si dimette Agius, Presidente di Barclays, per proteggere Bob Diamond

di 03.07.2012 6:09 CEST
Marcus Agius - Barclays
File photo of Barclays Plc Chairman Marcus Agius posing at a bank branch near their Canary Wharf headquarters in London Reuters

LONDRA - Continua la farsa legata allo scandalo Barclays per le alterazioni del Libor.

L'ultima notizia riguarda le dimissioni rassegnate da Marcus Agius, Presidente della banca privata britannica, che fanno seguito alla maxi-multa da 290 milioni di sterline. La sanzione, ricordiamo, è stata sancita dal FSA (Financial Service Authority) a conclusione dell'indagine inerente la manipolazione dei procedimenti atti a fissare il tasso interbancario londinese.

Il Libor, London Interbank Offered Rate, ricordiamo che è sancito dalla media dei tassi che le maggiori banche chiedono per cedere a prestito i propri depositi. Barclays, così come Rbs e Hsbc, ha subito l'accusa di aver manipolato i dati forniti per ottenere benefici.

Il disgusto popolare per questo aspetto losco della politica ha attratto l'attenzione dei politici fino al punto, da parte di Barclays, di dover eseguire un gesto "ad effetto": Agius rimette il proprio mandato e prendono il via profonde indagini interne alla banca. Ovviamente si è fatto scudo intorno al Ceo Bob Diamond: le dimissioni del Presidente provano a gettare acqua sul fuoco, vedremo se il Popolo si acconteta o continuerà con l'invettiva contro Bob Diamond pretendendone le dimissioni.

Commenti