Chris Cornell è morto a Detroit: i fan dei Soundgarden sono sconvolti

Chris Cornell
Chris Cornell, addio alla voce dei Soundgarden e degli Audioslave CC-BY-2.0 by Steffen Lowe Gera / Flickr

Chris Cornell è morto. In Italia la notizia è rimbalzata in rete poco dopo le 9:00 di giovedì 18 maggio 2017 e in fondo tutti abbiamo sperato che potesse essere l’ennesima bufala. Pochi giorni fa era circolata in rete la notizia della morte di Chris Cornell, ma in quel caso, come spesso accade, è arrivata poco dopo la smentita. Questa volta a dare l’annuncio della morte di Chris Cornell è stato Brian Bumbery, agente del cantante dei Soundgarden e degli Audioslave, che ha rilasciato una dichiarazione ad Associated Press.

“Improvvisa e inaspettata”, è stata così definita la morte di Chris Cornell, di cui non si conoscono ancora le cause, avvenuta il 17 maggio. Il musicista americano è morto all’età di 52 anni a Detroit, in Michigan, dove i Soundgarden erano in concerto. Non sono stati ancora resi noti i dettagli sulla morte di Chris Cornell, ma per adesso il suo agente Bumbery si è limitato a dichiarare che la famiglia del musicista sarà a stretto contatto con il medico legale per scoprire quali sono “i motivi della morte”. Brian Bumbery ha colto l’occasione per chiedere a tutti i fan di rispettare la privacy della famiglia di Chris Cornell.

La notizia dell’improvvisa e inaspettata morte di Chris Cornell ha sconvolto tutti i suoi fan. Nel corso della mattinata di giovedì 18 maggio in pochi minuti la notizia ha fatto il giro della rete e in un primo momento tutti abbiamo sperato che potesse essere l’ennesima bufala di cattivo gusto. Quali sono state le reazioni? Di sicuro tutti siamo corsi a controllare i profili social ufficiali sia di Chris Cornell che quelli dei suoi famosi gruppi, ma la conferma di Brian Bumbery ha rappresentato un colpo al cuore.

Intanto su Twitter c’è l’ultimo cinguettio di Chris Cornell, mentre poche ore prima aveva pubblicato un video anche sulla propria pagina ufficiale di Facebook.