Colpito da infarto sul Frecciarossa. Il treno non si ferma e muore in ambulanza

  | 18.11.2012 10:30 CET
Frecciarossa
Frecciarossa

Ha dell'incredibile quanto denunciato da alcuni passeggeri di un Frecciarossa partito giovedì da Torino e diretto a Roma. Un uomo di 56 anni, colpito da infarto pochi minuti dopo la partenza dalla stazione di Porta Nuova, è stato fatto scendere dal treno solo dopo quaranta minuti nei pressi di Rho (Milano). L'uomo è deceduto durante la corsa in ospedale.

Sul treno inoltre non c'era nulla in dotazione per far fronte a un'emergenza di questo tipo, solo una valigetta del pronto soccorso con garze e disinfettante. I passeggeri presenti puntano il dito contro il ritardo della fermata. Trenitalia risponde: "Se il treno avesse deviato per raggiungere la linea storica e fermare il treno a Novara  avrebbe impiegato più tempo e il risultato sarebbe stato ancora peggiore".  Peggio di morire?

 

Commenti