Crisi maggioranza, Napolitano difende Monti

di 06.12.2012 17:22 CET
Giorgio Napolitano, Bdro, Svolenia, 10 luglio 2012.
Martin Schulz loda il Capo dello Stato: “Attraverso la tutela dei valori civili e democratici ha influenzato non solo l'Italia, ma ha stabilizzato l'Europa" Reuters

L'uomo del Colle al fianco di Monti. Mentre il Pdl molla la maggioranza e il Governo rischia di cadere, la parola ora passa al Capo dello Stato Giorgio Napolitano. "Per garantire la tenuta istituzionale è necessario cooperare responsabilmente a un'ordinata, non precipitosa e convulsa conclusione della legislatura e dell'esperienza di governo avviata nel novembre 2011". "Ci sono tensioni politiche preelettotali che anche fuori d'Italia possono essere comprese senza suscitare allarmi sulla tenuta istituzionale del paese. Questa tenuta e' fuori questione, ho il dovere di riaffermarlo pubblicamente". Queste le parole di Napolitano, che potrebbe incontrare Monti nelle prossime ore per far fronte alla crisi dell'Esecutivo.

Grillo sotto attacco hacker

L'intervento di Corrado Passera, sul possibile ritorno di Berlusconi ha sollevato l'ira del Pdl che non ha dato la fiducia al decreto Sviluppo al Senato chiedendo le dimissioni del ministro. E non solo. Il partito di via dell'Umiltà minaccia anche la sua astensione alla Camera sui costi della politica. "Abbiamo deciso di astenerci sul voto di fiducia - afferma Fabrizio Cicchitto del Pdl - richiesto dal governo per marcare la nostra posizione fortemente critica sulla sua politica economica".

 

Leggi anche:

Frattini vota la fiducia: "Il Paese viene prima del Pdl" 

Cortei a Roma, lavoratori e studenti di nuovo in piazza

Trattativa Stato - mafia, Vietti e Anm rispondono a Ingroia

Grillo ipotizza lo 'squadrone' di Bersani

Commenti