Da arbusti africani la nuova droga che assicura lo sballo

  | 11.07.2012 15:15 CEST
Una busta di Marjuana.
In Italia sale il consumo di ketamina, cala quello di cocaina ed eroina.

Viene dall'Africa e già dal 1980 l'Organizzazione Mondiale della Sanità l'ha catalogata tra le droghe. Diffusa da tempo nel territorio dello Yemen, ora è sbarcata anche in Italia. A Brindisi per la precisione.

Proprio all'aeroporto di Brindisi i funzionari dell'Ufficio Dogane, con l'aiuto della Guardia di Finanza, hanno sequestrato ben 18 kg di "catha edulis", altrimenti nota come khat. La sostanza nasce dalla lavorazione di arbusti e foglie di una pianta originaria dell'Africa orientale e dell'Arabia meridionale.

Alta mediamente da 1 a 3 metri, in condizioni ambientali ad essa favorevoli, ovvero in un terreno arido e poco fertile, la pianta può addirittura raggiungere i 18 metri di altezza. Una coltivazione che -viste le dimensioni- non passerebbe di certo inosservata, fattore che farebbe desistere anche il più convinto "coltivatore artigianale".

LEGGI ANCHE

La Cannabis riduce il colesterolo, efficace contro il diabete 

Cannabis contro l'obesità 

Commenti