Damiano, ricetta per la crisi

  | 07.01.2013 10:18 CET

Il 5 gennaio, Cesare Damiano, capogruppo Pd nella Commissione Lavoro alla Camera, ha commentato, in un comunicato stampa, l'aumento dell'indice generale dell'inflazione del 3% e del "carrello della spesa" del 4,3%. Quest'ultimo riguarda prodotti di largo consumo, "che interessano le famiglie più disagiate".

Tale differenziale inflattivo tra beni di prima necessità ed indice generale dei prezzi penalizza ulteriormente le categorie più deboli. L'inflazione cresce anche se l'economia è in recessione e si registra un calo dei consumi.

Da qui, la ricetta all'insegna di ripresa dei consumi ed equità sociale: " se vogliamo dare una spinta all'economia attraverso la ripresa dei consumi e ridare senso al tema dell'equità sociale, occorre pensare in modo prioritario al rafforzamento del potere d'acquisto delle famiglie", ha detto Damiano.

Per fare ciò è necessario un intervento sull'indicizzazione: "insistiamo sulla necessità che con il prossimo governo si provveda, già a partire da quest'anno, al ripristino della indicizzazione delle pensioni oltre la soglia di tre volte il minimo, senza la quale" -  continua Damiano- "avremo una ulteriore perdita di potere d'acquisto dei redditi medio bassi già pesantemente colpiti dalla crisi".

Si richiede, quindi, la revisione di uno degli interventi del governo Monti più "sofferti".

 

 

Commenti