Diablo III: muore 32enne dopo una maratona di tre giorni, l’amico smentisce

di 24.05.2012 10:05 CEST
Diablo III
Diablo III Blizzard

Come riporta il sito Gameranx, un ragazzo di 32 anni, Russell Shirley, è morto d'infarto dopo aver giocato a Diablo III ininterrottamente per tre giorni. La notizia proviene da un tweet di Dave Oshry, collaboratore di famosi portali come Kotaku e VG247. Il corpo del ragazzo è stato trovato dal suo padrone di casa. Il blog di Oshry descrive il ragazzo deceduto come un tipo sedentario, anche se l'azienda per cui lavorava gli aveva offerto sessioni di palestra totalmente gratuite.

L'articolo in questione consiglia anche a tutti gli utenti di fare alcune pause durante le sessioni di gioco a Diablo III, un titolo capace di catturare buona parte del tempo libero (e non solo) degli appassionati. "I nostri cuori insieme ai nostri controller sono con Russell Shirley, ma vi raccomandiamo di usare i videogiochi con moderazione", si legge nel finale.

Non ci sta l'amico del ragazzo deceduto, che nel primo commento all'articolo smentisce decisamente quanto detto sopra. "Russell è stato un mio caro amico per 15 anni e abbiamo anche vissuto insieme. Abbiamo giocato insieme a Diablo III. Purtroppo gli eventi sono riportati in maniera inesatta e sono trattati con sensazionalismo. Russell aveva problemi di cuore e non ha assolutamente fatto una maratona di tre giorni a Diablo III, dato che la sera prima della morte è uscito con gli amici ed è rietrato a casa verso l'una del mattino ".

L'amico di Russell conclude: "Ci mancherà tantissimo. Spero che nessuno pensi che il mio amico sia morto a causa di qualche ossessione particolare per i videogiochi, i fatti che ho descritto coincidono con la pura verità". C'è sicuramente da dire che questi casi vanno trattati con i piedi di piombo. È facile associare direttamente la morte di qualcuno a una causa unica e purtroppo capita spesso che proprio i videogiochi siano additati come un tipo di intrattenimento sostanzialmente nocivo.

Tra l'altro in questo caso si ha addirittura una testimonianza diretta dell'amico del ragazzo deceduto, che conferma l'impossibilità di stabilire una causa diretta tra la morte di Russell Shirley e le ore passate davanti a Diablo III, dato che già in passato il ragazzo aveva avuto problemi al cuore.

LEGGI ANCHE

Diablo III, la prima disastrosa settimana: benvenuti all'inferno 

Diablo III: arrivano gli hacker che rubano account, oro e oggetti 

Diablo III: guida per sbloccare Whimsyshire, il livello segreto scovato dagli utenti  

Diablo III: Errore 37 e server bloccati, l'ironia degli utenti si scatena 

Diablo III: ascesa e caduta di Blizzard, gli utenti lo demoliscono su Metacritic  

Diablo III: scoperto un grave bug, l'Errore 3006  

Diablo III su console uscirà ma servono ottimi sviluppatori

Diablo III: ogni copia conterrà un codice per invitare gli amici a giocare gratis

Diablo III: trailer riassuntivo, eventi di lancio e unboxing Limited Edition PC