Diplomazia nascosta: quando la Germania cerca l'appoggio della Grecia

  | 15.01.2013 8:25 CET

Non hanno momenti di sosta gli incontri ed i messaggi scambiati tra i politici europei. Il "ragno diplomatico" continua a tessere incessantemente la sua tela dopo che la Crisi ha reciso più di un filo che teneva stretti i vari Paesi membri. L'occasione per costruire nuovi "ponti" è dunque ghiotta.

Nel particolare odierno il focus è sul paventato contatto tra Wolfgang Schaeuble e Alexis Tsipras. Il primo, ministro tedesco delle Finanze, punterebbe forte sul convincimento, circa i piani di austerity, del leader della sinistra greca. Non c'è alternativa all'attuale programma di austerità del Governo greco: questo il messaggio inviato da Schaeuble. I sacrifici di oggi sono necessari per l'aggiustamento dell'economia del Paese; sono necessari per avere un "domani".

Questo è quanto trapelato da fonti ufficiose tedesche: la forte risalita nei sondaggi di Tsipras avrebbe fatto fiutare l'affare "diplomatico" al furbo Schaeuble che non avrebbe perso tempo nel richiedere al collega greco tutto l'appoggio politico necessario. 

Commenti