Droni: arriva il primo report italiano sul boom degli aeromobili senza pilota

di 16.12.2014 15:47 CET
Roma Drone Conference
Roma Drone Conference IBTimes Italia

Il 2014 sarà probabilmente ricordato da professionisti ed appassionati del settore dei droni come l'anno della reale esplosione degli aeromobili senza pilota in Italia. Per quantificare quanto grande sia stata questa esplosione, venerdì 19 dicembre l'Ente Nazionale Aviazione Civile (ENAC) presenterà a Roma il primo rapporto sul settore degli APR nel nostro paese.

LEGGI ANCHE: Il decalogo del "buon dronista": 10 consigli dall'acquisto alla sicurezza del volo

La presentazione del rapporto, organizzata nel corso della Roma Drone Conference, si svolgerà ad un anno dalla pubblicazione del Regolamento ENAC per l'utilizzo di queste nuove macchine volanti. Il programma della conferenza, che ha ricevuto il patrocinio anche dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, prevede una trentina di interventi suddivisi in varie sessioni. Oltre alla presentazione del Rapporto ENAC, interverranno rappresentanti dell'Aeronautica Militare, del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA), dell'ENAV e delle associazioni di categoria AIAD, UASIT, ASSORPAS, AIDRONI, FIAPR e EDPA. 

Alla conferenza del 19 dicembre prenderanno parte anche varie aziende e start-up attive nel settore dei droni, come IDS Ingegneria dei Sistemi, Skyrobotic, Flytop, Italdron, Aibotix Italia, Cloud Cam by Nuovi Sistemi, Iptsat, GeoSkyLab, Pagnanelli Risk Solutions, EuroUSC-Italia e Achrom. Non mancherà una sessione dedicata alle scuole di volo per APR, che vedrà la presenza dei rappresentanti dell'Aeroclub Volere & Volare, Aeroclub di Cagliari, Aero Club di Roma e Istituto Massimo di Roma.

"Questa conferenza sarà una sorta di 'stati generali' della nascente drone community italiana e vi parteciperanno i rappresentanti degli Enti e delle aziende che stanno svolgendo un ruolo chiave nello sviluppo di questo nuovo settore in Italia", ha spiegato Luciano Castro, presidente di Roma Drone Conference. "Siamo lieti che l'ENAC abbia scelto questo nostro appuntamento per presentare il suo primo Rapporto sul mercato italiano degli APR, ad un anno esatto dalla pubblicazione del Regolamento che stabilisce le norme per il loro utilizzo. Il nostro obiettivo è di fare il punto, per la prima volta, sullo stato dell'arte e sullo sviluppo di questo settore in così rapida espansione, per valutarne anche le prospettive tecnologiche ed imprenditoriali per il futuro".  

Tra i dati che saranno presentati, figura ad esempio quello relativo alle aziende in Italia in regola per operare con i droni professionali, che sono più di 100. Ma soltanto una decina sono quelle autorizzate dall'ENAC ad effettuare voli anche su aree critiche, come zone abitate o impianti industriali. Oltre 40 sono invece le scuole di volo autorizzate per la formazione dei futuri piloti di APR in tutta la penisola.

LEGGI ANCHE:

Anche su internet è droni-mania: una ricerca ogni 2 minuti, annunci in crescita del 40%

Droni: arriva anche in Italia il corso di pilotaggio BNUC-S

I droni targati GoPro arriveranno nel 2015?