Egitto: grande moschea di Roma condanna attentati a chiese Copte

di 10.04.2017 15:39 CEST
Egitto: attentato chiesa copta
Le macerie post-attentato che ha colpito una chiesa copta all'interno dell'Egitto, nella domenica del 9 aprile Reuters

Il Centro Islamico Culturale d'Italia, che gestisce la Grande moschea di Roma, ha condannato con forza gli attentati avvenuti ieri, domenica 9 aprile, contro due chiese copte in Egitto.

In una nota diffusa alla stampa, a firma del segretario generale Abdellah Redouane, si legge che “di fronte all'ennesimo attacco terroristico che ha preso di mira due delle case di Dio, dove i fedeli si rivolgono al Signore e in cui sono state barbaramente uccise decine di nostri fratelli copti ieri, Domenica 9 Aprile, in Egitto esprime ferma condanna e assoluta indignazione”.

Secondo il Centro islamico di Monte Antenne a Roma “in tali circostanze di orrenda e ripetuta violenza le parole sembrano inutili ma il silenzio è peggiore. Siamo addolorati e condividiamo il lutto del popolo egiziano colpito nella sua antica componente cristiana”. La Grande moschea di Roma ricorda infine che “in questa guerra che non risparmia nessuno l'Egitto ha sempre contrastato il radicalismo e il terrorismo con coraggio e determinazione. Confidiamo nella saggezza del popolo egiziano nel rimanere unito per sconfiggere le forze del male che minano i valori della propria convivenza e la fratellanza ormai millenaria tra egiziani musulmani e copti”.