Esodati, i 150mila senza copertura ‘scaricati’ al prossimo governo

di 23.01.2013 19:24 CET
Esodati, il problema è del prossimo governo
Il Premieri Monti e il Ministro del Welfare Fornero Reuters

Uno dei peggiori lasciti del governo Monti è la questione esodati, migliaia di persone senza retribuzione nè pensione per effetto delle riforma Fornero.

Il ministro preferisce sorridere davanti alle telecamere per annunciare che a inizio febbraio partiranno le lettere per i primi 65mila lavoratori salvaguardati. Tra una toppa e l'altra, infilate in vari provvedimenti del governo, ne vengono salvaguardati complessivamente circa 150mila (per una spesa di nove miliardi di euro).

Ma ad oggi almeno altrettanti risultano senza copertura, stando alle cifre dell'Inps che la Fornero continua a non considerare. Anzi, ripete che lei non ne sa nulla, come se non fosse il ministro del Lavoro. "È una fonte Inps, dovete chiedere a loro visto che ci sono conti dei quali il ministro ancora una volta non viene informato. Per conto mio abbiamo salvaguardato 140 mila persone".

Lei probabilmente tornerà a insegnare all'Università. E magari racconterà di quel ministro che ha modificato il sistema pensionistico piangendo ed è andata via con un sorriso perchè ha 'salvaguardato' la metà delle persone che ha messo nei guai.

Commenti