Europa a due velocità: il Pil della Finlandia al +4.1% (b.a.) Il Portogallo riceve 5.17 miliardi dal FMI

di 05.04.2012 7:14 CEST
The Portuguese national flag is projected on the Lisbon's Belem tower

 

 

DATI MACROECONOMICI - In arrivo, questa mattina alle 10:30, il doppio paper mensile dall'Inghilterra con i dati sulla Produzione Manifatturiera (0,1% stabile) e sulla Produzione Industriale (previsione allo 0,3% in ripresa). Attenzione focalizzata sulla Francia alle ore 10:50: avverrà, infatti, l'asta dei titoli OAT francesi a 6,10,15 e 30 anni. In uscita, alle 12:00, il dato sulla produzione industriale (mensile) della Germania prevista in calo al -0,5%. Ore 13:00, la Bank of England pubblicherà i tassi di interesse (previsti stabili allo 0,5%). Oltreoceano sarà pubblicato, alle 14:30, il dato sulle richieste di disoccupazione continua negli States con previsione a 3350K unità. Seguirà il consueto dato abbinato sulle richieste dei sussidi di disoccupazione (previsti in calo a 355K). Chiude la giornata il dato ufficioso del National Insitute of Economic and Social Research, che pubblicherà la sua stima sul PIL britannico: il precedente dato era stato fissato allo 0,1%.

 

 

FOCUS: "Europa a due velocità: i casi di Finlandia e Portogallo"

Che l'economia dell'Unione Europea avesse al suo interno due gruppi che corrono a velocità differenti, lo si è sempre saputo. La recente crisi ha trasformato la vecchia "competizione" sul chi cresceva più dell'altro in un triste gioco al chi è in salute e chi no. La crisi ha acuito le differenze tra i due gruppi e posto in risalto le inadeguatezze dei fondamentali economici dei vari Paesi dell'Europa Unita. Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna e, in parte, l'Italia hanno dovuto subire un triste paragone con i modelli economici apparentemente perfetti di Germania, Francia, Finlandia & Co. La realtà dei fatti è che la situazione è globalmente peggiorata ma chi si trovava nelle posizioni migliori prima del caos finanziario ha avuto margini più ampi di manovra per reagire nel modo giusto. Nel quadro di incertezze che ci circonda appaiono, dunque, surreali i dati che giungono dalla Finlandia. Il Paese scandinavo ha evidenziato a Gennaio una crescita del PIL sulla base di 4,1 punti percentuali (dato annualizzato). Il dato ci arriva direttamente dall'Ufficio di Statistica della Finlandia. Per un treno che ha già ripreso a correre, quindi, ce n'è un altro che prova a ripartire dopo una lunga sosta. E' il caso del Portogallo. Il Fondo Monetario Internazionale ha approvato un versamento di 5,17 miliardi di euro al Portogallo sulla base dei recenti progressi fatti dal Paese. I prestiti arrivano, così, a quota 18,56 miliardi di euro. Le parole del FMI, attraverso una nota stampa, recitano: "Dei buoni progressi sono stati fatti" e, al contempo, invitano il Portogallo a concentrare le attenzioni alla riduzione del Deficit Pubblico.

 

 

FOREX:

Il cross EUR/USD, intanto, segna  1,3153.

Sale la sterlina con lo scambio GBP/USD a +0,04% a 1,5896.

Il dollaro perde in Asia con il cross USD/JPY 82,24 a -0,27%.

Cross EUR/GBP a 0,8275 a +0,04%.

 

 

SPREAD BTP-BUND 10y

Lo spread BTP-BUND 10Y (Codice Bloomberg: ITAGER10:IND) quota 356 punti base in ribasso dello 0,52% (0,02).

 

 

BORSE EUROPEE

Ore 9:10

FtseMib a 15307 a +0.42%; Dax30 a 6817 +0.50%; Cac40 3331 +0.57%.