F1, Rosberg si gioca il primo match point per il titolo mondiale in Brasile

di @ioriomarco m.iorio@ibtimes.com 08.11.2016 19:45 CET
Rosberg ed Hamilton in lotta per il titolo Mondiale 2016
Rosberg ed Hamilton in lotta per il titolo Mondiale 2016 REUTERS/ULISES RUIZ BASURTO

Domenica si corre il Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale di F1 con la lotta al titolo ancora aperta tra Rosberg ed Hamilton. I due sono separati da 19 punti nella classifica piloti e l'esito del GP carioca può essere decisivo per le sorti di questa stagione. I due piloti Mercedes sono accomunati dalla stessa sorte: vincere per vincere! Sembra un gioco di parole ma non lo è perché numeri alla mano Rosberg deve solo vincere per conquistare il suo primo titolo mondiale così come Hamilton che a sua volta può solo vincere per sperare di recuperare punti sul compagno di squadra e giocarsi tutte le sue chance nell'ultima gara della stagione. 

All'appuntamento brasiliano Nico Rosberg arriva con un discreto vantaggio e può giocarsi il suo match point mondiale con una gara di anticipo rispetto alla fine del campionato. Rispetto allo scorso GP del Messico (vinto da Hamilton) c' è la sostanziale differenza che l'eventuale vittoria del tedesco lo renderebbe campione del Mondo indipendentemente dal risultato di Hamilton. In caso di successo infatti Rosberg porterebbe almeno a 26 punti di vantaggio su Hamilton (se arrivasse secondo) e dunque avrebbe un distacco aritmeticamente incolmabile nonostante l'ultima gara ancora da disputare ad Abu Dhabi.

Nonostante Rosberg si trovi in una posizione di vantaggio per via del suo margine su Hamilton, il tedesco non intende abbassare la guardia perché conosce bene la forza del suo compagno di squadra che non intende rinunciare al titolo fino alla fine: "Tutto può ancora accadere, può succedere tutto nella prossima gara e devo rimanere concentrato per mantenere tutti gli elementi sotto controllo. Ho una grande chance ma serve un week end perfetto". 

Diverso l'umore nell'altra metà del box Mercedes dove Hamilton è concentratissimo per cercare di vincere a Interlagos e spostare la sfida mondiale all'ultima gara di Abu Dhabi. L'inglese può contare sul fattore emotivo avendo meno da perdere rispetto al compagno di squadra e avendogli messo più pressione con la vittoria in Messico ed è consapevole che ora può solo attaccare: "Non è detto che possa vincere il titolo, non dipende solo da me ma anche dai risultati di Rosberg. Non ho mai vinto in Brasile e vorrei cambiare la tradizione perché ora ho una solo possibilità, ed è vincere!".