Fanno SESSO in strada durante la partita dell'ITALIA, condannati a Lecce

di 14.11.2012 19:28 CET
Nazionale
La Nazionale italiana campione del Mondo nel 2006 reuters

Brutte notizie per gli esibizionisti: il sesso in pubblico è vietato, anche se sono tutti impegnati a seguire la Nazionale italiana. Lo ha deciso la Cassazione, che ha condannato per atti osceni una coppia di Lecce che, nel 2006, durante la partita Italia-Ucraina dei mondiali di calcio, aveva consumato un rapporto sessuale per strada, pensando che tanto tutti gli occhi sarebbero stati concentrati sulle televisioni che trasmettevano la partita.

LA SENTENZA. È stato del tutto inutile per i due cercare di dimostrare che "il comune senso del pudore non era stato leso perché erano tutti in casa fissa davanti alla televisione a guardare l'Italia"; la Cassazione ha spiegato che: "La trasmissione della partita della Nazionale italiana ai Mondiali di calcio è del tutto irrilevante" ai fini della condanna per atti osceni ai danni di Pasquale G. e Anna Maria N., che evidentemente non hanno saputo resistere alla passione. "Era ragionevole immaginare un normale passaggio di persone e mezzi tenuto conto che si trattava di una serata di fine giugno - continua la spiegazione della Corte - i due sono stati notati mentre, del tutto nudi, si trovavano nei pressi di una vettura ma fuori dalla stessa a pochi metri dalla strada principale, senza alcun ostacolo che potesse coprire la visuale a chi si fosse trovato a passare".

CARATTERE FOCOSO. La donna, che è stata anche multata con mille euro di ammenda, è stata inoltre condannata per minacce nei confronti di pubblico ufficiale, in quanto, una volta beccata dalla Polizia, ha cominciato a prendere a borsettate gli agenti, per non farsi portare in questura.

LEGGI ANCHE:VIDEO. IBRAHIMOVIC devastante nella parodia della TV francese

Mercato allenatori. MILAN: idea MAZZARRI

PREMIER LEAGUE. Problemi per VAN PERSIE in Inghilterra, è accusato di essere un INCIVILE

NAPOLI multato per i CORI contro RIZZOLI, l'arbitro della Supercoppa

Commenti